7af3c92218eac36990fd164f9587e5d4Avrete certamente sentito parlare dell’assicurazione sulla vita, ma probabilmente molti punti vi saranno poco chiari su quest’argomento. Cercheremo perciò di mettere in luce gli aspetti principali di questo tipo di contratto, risolvendo così qualche dubbio. L’assicurazione sulla vita non è altro che un  contratto, il quale viene stipulato tra un assicuratore ed un assicurato. L’assicuratore ha il dovere di erogare una somma di denaro alla persona beneficiaria dell’assicurazione nel caso in cui si verificasse la morte dell’assicurato. Quanto alle condizioni e gli eventi che possono determinare il pagamento, essi vanno stabiliti nel contratto.

Una cosa importante da sapere è che esistono due categorie in cui si suddividono i contratti vita-based. La prima di queste due categorie riguarda le politiche di protezione, la seconda riguarda invece le politiche di investimento. Un altro aspetto su cui porre l’attenzione è il seguente: il pagatore e il proprietario, per la stragrande maggioranza delle assicurazioni, devono essere persone diverse. In seguito alla morte della persona assicurata è quindi il beneficiario a ricevere i proventi dell’assicurazione.

Il proprietario dell’assicurazione nel caso di ripensamenti ha facoltà di cambiare il beneficiario. Ciò può avvenire liberamente a patto che non sia stato precedentemente stabilito che il beneficiario irrevocabile. In tal caso per permettere il cambiamento si dovrebbe ottenere il consenso da parte del beneficiario originale. Tra le cose da sapere c’è poi che l’assicurazione potrebbe anche essere annullata nel caso in cui si accertassero false dichiarazioni da parte della persona assicurata.

Quanto ai costi dell’assicurazione, i prezzi vengono stabiliti sulla base delle cosiddette tavole di mortalità, le quali sono definite dagli attuari. Questi ultimi sono dei professionisti che mettendo in pratica la scienza attuariale redigono appunto delle tabelle che presentano basi statistiche e tassi di mortalità annui previsti. Infine, è da tener conto che la durata minima di un’assicurazione di questo tipo è pari ad un anno, dopo cui esiste la possibilità di rinnovo.

Fonte immagine: http://www.dmyfriend.com/magazine/everyday/assicurazione-sulla-vita-diabetici-e-possibile/

Tags:

Sorry, Comments are closed.