E’ più o meno così da sempre: i neopatentati sono svantaggiati, per non dire tartassati, quando si tratta di pagare l’assicurazione del proprio veicolo. Infatti le compagnie assicurative in genere sono solite nelle tariffe che propongono penalizzare i conducenti di giovane età. Il motivo di questa decisione è molto semplice: si collega la giovane età alla minore esperienza, e quindi ad una maggiore rischiosità media.

Dunque mentre i costi delle polizze auto registrano un notevole incremento, sono come sempre proprio i neopatentati coloro che pagheranno di più la propria polizza assicurativa. Ed è superfluo sottolineare che la maggior parte dei neopatentati, avendo un’età giovanissima e quindi essendo difficilmente occupata, non è in grado di far fronte in modo autonomo a questa spesa, alla quale provvedono per forza di cose i genitori.

Dunque sono quasi sempre proprio i genitori a dover fare i conti con la batosta delle spese assicurative quando i figli si mettono al volante. Ma anche in questi casi c’è qualche modo per poter risparmiare sull’assicurazione auto. Se ad esempio il neopatentato utilizza la vettura della madre o del padre, allora potrebbe non figurare tra i conducenti del veicolo. Infatti, se il veicolo è assicurato ad un adulto i prezzi sono inferiori, tanto che per questo motivo c’è qualche genitore che sceglie di assicurare comunque a proprio nome anche la vettura che è solito guidare il figlio. Ma in questi casi bisogna fare attenzione agli eventuali rischi, perché in caso di incidente provocato dal giovane neopatentato la compagnia assicurativa potrebbe non rimborsare il sinistro.

Ma quando il neopatentato ha una propria auto personale il risparmio non è impossibile. Si può infatti usufruire della legge Bersani, che per contenere i costi permette al giovane di ereditare la classe di merito di uno dei familiari conviventi, dunque la madre o il padre. Dunque questo si rivela un buon escamotage a tutti gli effetti lecito per evitare cifre esorbitanti.

Fonte immagine: tuttogratis.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.