tacito-rinnovoIl nuovo anno inizia con una notizia da ricordare, tutta dedicata agli automobilisti. A patire dal 1° Gennaio 2013, infatti, l’RC auto subisce un’ulteriore modifica. Oltre ai premi ormai schizzati alle stelle, con l’effetto del decreto sviluppo numero due del Governo Monti gli automobilisti non avranno più il rinnovo tacito ed automatico della loro polizza assicurativa.

La novità, giustificata come passo in avanti nella tutela dell’automobilista che ha così maggiore facoltà di cambiare compagnia a tutto vantaggio del libero mercato, ha però un’altra faccia da considerare, tutt’altro che trascurabile. L’articolo 22 del nuovo decreto sviluppo che sancisce la fine del tacito rinnovo pone infatti un problema del quale da oggi tutti coloro che posseggono un’auto dovranno ricordarsi. Quando il rinnovo della polizza non scatta in automatico, infatti, la copertura assicurativa cessa di essere valevole nel giorno stesso della sua scadenza senza più i famosi 15 giorni che, prima della nuova norma, potevano essere utilizzati dall’automobilista per spedire eventuale raccomandata di disdetta o recarsi a rinnovare la polizza stessa.

Da un punto di vista meramente pratico la nuova norma del Governo Monti che vuole agevolare il libero mercato assicurativo, stimolare la concorrenza per abbassare i prezzi e facilitare il passaggio da una compagnia assicurativa all’altra, si traduce in un rischio ben più alto: la possibilità di sanzione. Tutti con l’appuntamento in agendina, insomma, per essere pronti a rinnovare la polizza il giorno stesso della sua scadenza. Diversamente, infatti, l’automobilista che venisse colto alla guida con assicurazione scaduta, anche solo in quel medesimo giorno, sarà punibile col sequestro del veicolo ed una sanzione che può arrivare a ben 798 euro. Senza contare la gravità della cosa qualora il veicolo senza copertura assicurativa procurasse un incidente o fosse vittima di un sinistro in strada.

Ma cosa avviene ai contratti assicurativi pluriennali? Non potranno più esistere e nessun contratto in assoluto potrà più contenere la clausola di tacito rinnovo che, qualora ancora presente, sarà ritenuta nulla proprio a partire dal 1° Gennaio 2013. Per i contratti assicurativi, con clausola di rinnovo automatico, stipulati prima del 20 Ottobre 2012, la norma diventerà effettiva sempre e comunque a partire dal 1° Gennaio.

Foto: assicurazioni-blog.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.