Ubi Banca, da sempre attenta alle esigenze della propria clientela, ha ideato una serie di servizi innovativi adatti davvero a tutti.

Tra questi una grandissima novità arriva dal conto ragazzi per soggetti di età compresa tra i 13 ed i 17 anni. Il suo nome è “I Want Tubì” ed è dedicato ai giovani che desiderano usufruire di un conto dinamico che non presenti spese. Grazie a “I Want Tubì”, infatti, il conto corrente è a zero spese con la possibilità di prelievi illimitati ed un tasso di interesse lordo annuale dell’1% corrisposto sulle somme depositate sul conto.

Tutti i movimenti potranno inoltre essere sempre consultati attraverso l’Home Banking del sito ed ogni contraente disporrà anche di una carta Bancomat da utilizzare in qualsiasi momento in Italia e all’estero, resa ancora più sicura dal sistema “on-off” che permette di attivarla o disattivarla secondo le proprie esigenze attraverso pochi click o direttamente dal numero di cellulare associato al conto in fase di sottoscrizione.

Trattandosi di un conto per giovani sarà inoltre possibile sfruttare tutta una serie di sconti e vantaggi riservati ai possessori di “I Want Tubì” oltre che partecipare al sorteggio di un premio ambitissimo: l’assegnazione di una borsa di studio UBI Banca-Intercultura per passare un anno all’estero completando gli studi da fuori sede.

E in più, per ogni nuova attivazione di “I Want Tubì”, 15 MP3 in regalo da scaricare da un catalogo multimediale messo a disposizione da Ubi Banca ed un mese di streaming illimitato dal sito Play me.

Ubi Banca, però, da sempre è attenta non solo alle esigenze dei suoi clienti privati ma anche a quelle delle imprese che necessitano di liquidità per ottimizzare il proprio lavoro o contrarre un mutuo ipotecario. Dal sito ufficiale di Ubi Banca sarà infatti possibile consultare tutti i finanziamenti proposti dal gruppo nella sezione “Imprese”. Tra questi, finanziamenti per il settore agricolo, per gli Enti legati al territorio, per il settore edile e per le imprese dedite alla produzione di energia da fonti rinnovabili.

Foto: bancaofferte.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.