Bollette arretrate da pagare, l’affitto o la rata del mutuo che incombono, la spesa quotidiana che ti perseguita e come se non bastasse si è rotta pure la macchina. Difficoltà finanziare a cui non riesci più a far fronte ti spingono a pensare che è arrivata l’ora di chiedere un bel prestito. Ma presso quale istituto farlo? Banca, posta, uffici vari… e che confusione!

Allora inizia col notare che non devi chiedere a chi conviene far domanda di un prestito, ma piuttosto cerca di indagare su chi te lo dà a determinate condizioni. Infatti, tutte le banche fanno condizioni convenienti quando hanno la totale garanzia che i soldi prestati saranno restituiti, se questa garanzia non c’è possono aiutarti finanziarie fittizie che sembra regalino soldi a tutti però fanno pagare tassi vicino all’usura per proteggere eventuali insoluti.

Cerca di contattare diverse banche e vai anche alla posta, ma ricorda di non chiedere il prestito a più istituti nello stesso periodo, in quanto la richiesta di prestito rimane visibile nella banca dati per 6 mesi e le banche rigetterebbero sicuramente la tua domanda perché si sentiranno messi a confronto.

Inoltre, se un istituto rigetta la domanda di prestito personale che gli hai posto sarà inutile rivolgersi presso un altro ente creditizio perché nei successivi 30-40 giorni la domanda verrà automaticamente rigettata.

Quando avrai ottenuto i diversi preventivi da parte dei diversi istituti riuscirai a capire quale finanziamento sarà più conveniente proprio in base alla applicazione del tasso, dei costi di istruttoria e anche dello spread. Naturalmente più bassi saranno le percentuali dei tassi e dei costi, tanto più conveniente sarà il finanziamento da rimborsare e poi rimborsa il prima possibile con poche rate a tasso fisso.

Fonte Immagine: il-prestito-personale.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.