Hai sentito parlare di conto deposito? Non sai di cosa si tratta per l’esattezza? Allora sappi che il conto deposito è una particolare tipologia di conto bancario, che si basa su un conto corrente della stessa banca o di un’altra banca e che offre un profitto sulle somme versate.

Rispetto ad un conto corrente tradizionale sui conti deposito è possibile effettuare soltanto un numero limitato di operazioni, quali il prelievo e il versamento di denaro verso il proprio conto. Poiché è un deposito a risparmio, tutte le somme versate sono garantite dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) a tutela dei clienti delle banche italiane.

E’ possibile distinguere tra due tipologie di conto deposito, il conto a deposito vincolato e il conto deposito non vincolato. Fanno parte alla prima categoria tutti i conti che richiedono di impegnare la somma di denaro per un numero di mesi prestabilito. In genere si può scegliere quanto tempo impegnare il proprio denaro a partire da un minimo di 1 mese, fino a un massimo di 36 mesi. Questa tipologia di cinto è quella che offre il rendimento maggiore, proprio perché ci si impegna a bloccare il proprio denaro,  fino allo scadere del vincolo a meno del pagamento di una penale alla banca o se si rinuncia agli interessi maturati fino a quel momento.

Invece, il conto deposito non vincolato o deposito libero permette di usufruire liberamente del denaro versato in qualunque momento. Questa tipologia di conto, è adatta a chi preferisce avere la possibilità di prelevare somme dal conto senza vincoli, naturalmente i tassi di rendimento sono minori.

Tags:

Sorry, Comments are closed.