Hai intenzione di aprire un mutuo? Già, non è facile scegliere a che tipo di mutuo accedere, le proposte da parte delle diverse banche sono davvero tante e differenti. Ma per prima cosa dovete capire se siete in grado di ottenerne uno, poiché chiunque può chiedere un mutuo ma per ottenerlo è necessario dimostrare di essere in grado di restituire il debito.

Infatti prima di chiedere un mutuo è opportuno valutare bene la propria condizione finanziaria, il reddito percepito e la propria disponibilità mensile al netto delle spese fisse, che ogni nucleo familiare deve sostenere. Quindi, è bene che le rate per la restituzione del debito non superino un certo valore del reddito mensile disponibile.

Inoltre, per accedere al mutuo, sappi che esso è costituito, oltre che dal debito, anche da altre spese che rappresentano un costo aggiuntivo, come le spese di istruttoria,  le spese di perizia, le spese notarili, l’assicurazione e la copertura danni sull’immobile, le commissioni annue sulla gestione della pratica, le spese di incasso rata e le spese di invio comunicazioni.

Detto ciò passiamo ai diversi tipi di mutui offerti dalle banche:

  • Il mutuo a tasso fisso, il quale prevede che il tasso di interesse indicato nel contratto resti sempre lo stesso dall’inizio fino alla fine del debito. Questo tipo di mutuo va bene per chi vuole la certezza di sapere sempre quanto pagare a fine mese.
  • Il mutuo a tasso variabile, il quale prevede un tasso di interesse che varia a scadenze prestabilite rispetto al tasso di partenza. La variabilità del tasso è dovuta alle oscillazioni dell’indice di riferimento sopracitato. Questo tipo di mutuo va bene per chi è in grado di sostenere eventuali aumenti dell’ importo delle.
  • Il mutuo a tasso misto, il quale prevede l’alternanza da tasso fisso a variabile a scadenze fisse determinate dalle condizioni indicate nel contratto. Il mutuo a tasso misto è la scelta ideale per chi non riesce ancora a prendere una decisione definitiva sul tipo di tasso.
  • Infine, esiste anche la possibilità di scegliere un mutuo a tasso agevolato. In questo caso gli enti pubblici si impegnano a contribuire al pagamento dei tassi di interesse.

Fonte Immagine: economia.tuttogratis.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.