efficienza_energetica_detrazioni65L’esigenza di apportare delle migliorie alla propria abitazione può essere conseguente ai danni arrecati dal trascorrere del tempo, o anche più semplicemente dalla volontà di migliorare il lato estetico del proprio immobile. Com’è ben noto, però, la crisi ha messo in ginocchio il settore dell’edilizia, come del resto altri settori, costringendo molti italiani a rinunciare ai loro propositi di ristrutturazione. Proprio per incentivare questo settore e gli stessi cittadini, lo Stato ha deciso di intervenire, mettendo a disposizione di chi ha difficoltà economiche un bonus ristrutturazione. Vediamo insieme come funziona ed in che modo è possibile usufruirne.

Per prima cosa bisogna specificare l’agevolazione del 50% è prevista per gli acquisti effettuati dal 25 giugno 2012 al 31 dicembre 2013. Inoltre, per avere diritto al bonus bisogna effettuare i pagamenti per i lavori attraverso bonifico bancario o bonifico postale. Nella richiesta devono essere indicati il codice fiscale e i dati del beneficiario del pagamento. Vanno poi inseriti tutti quei dati che permettono di identificare l’immobile interessato dai lavori di ristrutturazione, nonché i dati identificativi di chi ne ha fatto eseguire i lavori.

E’ poi interessante sapere che oltre del bonus ristrutturazione è possibile usufruire di un’altra agevolazione, relativa all’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Per poter beneficiare di quest’ultima agevolazione è però necessario che vi sia già una ristrutturazione in corso. Inoltre, l’acquisto deve essere stato successivo, in particolare i mobili devono essere stati acquistati dopo il 4 luglio 2013, gli elettrodomestici dopo il 4 agosto dello stesso anno.

Per quanto riguarda il risparmio economico, per le ristrutturazioni edilizie straordinarie, a fronte di un tetto massimo di spesa di 96.000 euro si può ottenere una detrazione del 50% in dieci anni. Mentre la detrazione del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici la si può ottenere su una somma di massimo 10.000 euro, sempre in dieci anni. In questo modo si potrà vivere in una casa migliore senza compromettere eccessivamente le proprie risorse economiche.

Fonte immagine: http://www.greenme.it/abitare/risparmio-energetico/10557-detrazioni-65-e-50-bonus-ristrutturazione

Tags:

Sorry, Comments are closed.