Avete intenzione di accendere un mutuo? Allora date un’occhiata al Mutuo Barclays per Acquisto o Ristrutturazione casa. Il mutuo è rivolto ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato con almeno sei mesi di anzianità di servizio e ai lavoratori autonomi con almeno due anni di attività. Inoltre, non bisogna, alla scadenza del mutuo aver superato l’85° anno d’età e non si devono aver in corso procedure fallimentari o pignoramenti. Il mutuo va da un minimo di 30.000 euro ad un  massimo dell’80 % del valore dell’immobile.

E’ possibile accendere il mutuo per un periodo di 10,15,20,25 e 30 anni, con una rata mensile che verrà pagata in base al giorno in cui è stato stipulato l’accordo. Quindi, il giorno 7, verrà pagata la rata per i mutui stipulati dal 2° al 7° giorno del mese, il giorno 14 per i mutui stipulati dall’8° al 14° giorno del mese e così via.

Sulle rate verranno calcolati degli interessi di preammortamento, ricavati in base al tasso contrattuale per i giorni che intercorrono tra la data di stipula del contratto ed il giorno di decorrenza dell’ammortamento. Inoltre, al mutuo, vanno poi aggiunte delle spese varie di perfezionamento pratica, spese amministrative pratica, spese procuratore e le spese perizia.

Ed ancora, è prevista una assicurazione dell’immobile, obbligatoria per l’incendio e lo scoppio, con copertura eventi catastrofali con Compagnia prescelta dalla Banca.

Per quanto riguarda l’estinzione anticipata del mutuo, nel caso in cui vogliate avvalervene sappiate che nessuna penale né compenso né altra prestazione a favore della banca saranno dovute dalla parte mutuataria per estinzione anticipata nell’ipotesi in cui il contratto sia finalizzato all’acquisto o alla ristrutturazione di unità immobiliari adibite ad abitazione ovvero allo svolgimento di attività economica o professionale della parte mutuataria ove la stessa sia una persona fisica.

Inoltre, nessun compenso né altra prestazione a favore della banca saranno altresì dovuti dalla parte mutuataria per estinzione anticipata nell’ipotesi in cui il contratto sia finalizzato alla sostituzione di un mutuo in essere. Sarà necessario, però, un preavviso di 60 giorni in concomitanza con il giorno di scadenza della rata.

Fonte Immagine: economyonline.it

Sorry, Comments are closed.