Quanti di voi conoscono la Soda Solvay? Io, per esempio, l’ avevo vista spesso sugli scaffali del supermercato, ma ignoravo completamente quali fossero i possibili utilizzi. Ma, in un periodo come questo di difficoltà economiche, la necessità aguzza l’ingegno e ho cominciato a cercare delle soluzioni alternative ai prodotti destinati alle pulizie della casa .

Navigando, navigando ho scoperto i numerosi impieghi della soda.
Io vivo in campagna alle porte di Roma per questo posso acquistare prodotti direttamente dal contadino: tra questi olio e vino.

Immancabilmente, ogni volta che devo acquistarne e mi servono dei contenitori, soprattutto quelli dell’olio, sono costretta a comprarne di nuovi perché quelli usati in precedenza rimangono sempre molto unti, nonostante i numerosi lavaggi. Poiché mi piace economizzare, anche le energie, ho cercato una soluzione alternativa: la nostra amica soda!

Come fare? Semplicissimo:

  • Riempiamo le bottiglie di acqua calda e 1 cucchiaio di soda.
  • Tappiamole e agitiamo la soluzione energicamente.
  • Svuotiamo le bottiglie e risciacquiamole con acqua molto calda.

Le bottiglie sono pronte, igienizzate e sarà tolta ogni traccia di unto.
L’incubo bottiglie unte è finito. Questo procedimento lo possiamo applicare a qualsiasi contenitore sia di vetro, sia di plastica, sia di latta.
Sempre grazie al suo potere sgrassante è ottima per la pulizia del WC.
Basta cospargere il WC con della soda, poi aggiungere un po’ di acqua ossigenata 40V sullo scopino e strofinate.

La soda non solo toglie il calcare e lo sporco con la sua azione detergente e abrasiva, ma elimina anche gli odori. Inoltre ‘acqua ossigenata sbianca e disinfetta. Per ottenere un effetto sgrassante maggiore basta aggiungete 2 gocce di detersivo per piatti allo scopino, insieme all’acqua ossigenata.

Questi sono solo 2 dei numerosi impieghi di questo prodotto naturale, efficace, economico e soprattutto non inquinante.

Tags:

Sorry, Comments are closed.