Oggi risparmiare è necessario se non vogliamo arrivare prima della fine del mese con le tasche completamente vuote. E la prima mossa giusta è quella di iniziare a fare economia a partire dalla spesa. Vi sarete accorti, aggirandovi tra gli scaffali dei supermercati, che i prezzi di detersivi e prodotti per la pulizia della casa sono sempre più alti.

Naturalmente non si può rinunciare all’igiene, ma si può invece rinunciare a qualche prodotto costoso e tanto pubblicizzato a favore di altri più economici e anche meno inquinanti. Vediamo in che modo possiamo in un’unica mossa salvaguardare le nostre tasche e rispettare l’ambiente.

Per coloro che puntano al vero risparmio sarà interessantissimo venire a conoscenza di un vecchio trucco, forse usato dalle nostre nonne, ma che in tempi di crisi faremmo bene a rispolverare. Se dovete fare il bucato potete “riciclare” l’acqua che avete usato in cucina. Nello specifico, l’acqua di cottura degli spinaci può essere riutilizzata per il lavaggio di vestiti di colore nero, mentre l’acqua di cottura dei legumi è perfetta per rendere splendenti  gli indumenti dai colori chiari.

Ma oltre che sul bucato è possibile risparmiare anche quando laviamo piatti e bicchieri. Un buon metodo economico è quello di preferire al detersivo il sapone di Marsiglia: riempite il lavello di acqua calda, qualche goccia di aceto e qualche scaglia di sapone di Marsiglia e vedrete che piatti, pentole e posate saranno brillanti. Se poi nelle pentole è stato cucinato il pesce, per una pulizia ancora più accurata e per far andar via il cattivo odore e i residui di grasso è bene usare oltre al sapone anche qualche goccia di succo di limone. Per i vetri delle finestre il connubio che assicura brillantezza ed economia è dato da acqua calda, ammoniaca e aceto, mentre per il pavimento del bagno bastano semplicemente acqua e candeggina, che com’è noto igienizza e elimina anche le macchie di umido.

Fonte immagine: larocchellese.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.