In tempi di crisi economica molte famiglie tentano di tagliare anche sul necessario per vivere. Vediamo allora alcuni consigli utili per risparmiare sulla spesa alimentare, in modo da veder accorciato il nostro scontrino all’uscita dal supermercato senza grosse rinunzie.

Per l’acquisto di frutta e verdura, ad esempio, si consiglia di rifornirsi dai mercati rionali in orario di chiusura il sabato: i prezzi delle merci saranno infatti più modici, per via del pericolo di appassimento o alterazione dei prodotti.

Una realtà piuttosto diffusa anche in Italia è poi quella dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale): si tratta di cittadini che decidono di acquistare in gruppo alcuni prodotti (spesso frutta e verdura provenienti da aziende che praticano l’agricoltura biologica) per ottenere maggiore qualità ad un prezzo minore; in questo modo, infatti, si eliminano molti passaggi intermedi della vendita.

Per chi non può accedere all’acquisto di gruppo, invece, è opportuno tener d’occhio le offerte che settimanalmente ogni supermercato propone, cercando così di acquistare prodotti di qualità a prezzi scontati.

A volte, inoltre, bastano piccole accortezze per guadagnare risparmiando: ad esempio, è opportuno evitare di acquistare prodotti già pronti (come sughi, minestre o insalate già lavate e tagliate), poichè, oltre ad alleggerire con più facilità le nostre tasche, essi sono indubbiamente meno salutari di una pietanza preparata da noi con un po’ di pazienza in più.

Altra regola d’oro per risparmiare sulla spesa quotidiana di alimenti è quella di non farsi attirare troppo dalle marche: spesso prodotti di qualità elevata sono venduti a prezzi più contenuti per via di un minore investimento delle aziende sulla pubblicità.

Fonte Immagine: http://www.beliceweb.it/ricerca/index.php?art=affari_e_finanza/tanti_metodi_per_risparminare.htm

Tags:

Sorry, Comments are closed.