imagesCome saprete, quando si cede o si prende in affitto un immobile si stipula un contratto d’affitto. Si tratta di un documento che chiarisce diritti e doveri sia del proprietario che dell’inquilino. Tuttavia, molto spesso il desiderio di un risparmio dal punto di vista economico per l’inquilino e quella di un maggiore guadagno per il proprietario fanno optare per delle soluzioni non pienamente o per niente legali, che portano alla nascita di rapporti tra le due parti piuttosto conflittuali. Ma in realtà agire nel rispetto della legge e tutelarsi in questi casi non è complicato, vediamo quindi insieme cosa è necessario fare per non avere problemi.

Innanzitutto, nel momento in cui si decide di stipulare un contratto d’affitto è necessario avere conoscenza della normativa in vigore al momento della stipula. Considerate che gli apparenti benefici dati da un contratto a nero si annullano non appena sorgono dei problemi. Se infatti l’inquilino non paga il canone d’affitto o anche se il proprietario non tiene fede ai propri doveri, non ci si può appellare ad alcun strumento giuridico che possa portare alla risoluzione del problema.

Quando vi apprestate a stipulare un contratto d’affitto dovete tenere presente che ne esistono differenti tipologie, e quindi informarsi è alla base per optare per il contratto più conveniente alla propria situazione. Tenete presente che esistono i contratti di libero mercato e quelli concertati. Mentre i primi sono a forma libera e si basano sulla pattuizione tra le due parti, i secondi garantiscono strumenti stabiliti localmente da accordi tra le associazioni di proprietari e inquilini.

Gli stessi contratti concertati permettono poi di individuare varie casistiche. Si tratta delle locazioni ad uso abitativo, le locazioni ad uso transitorio e le locazioni ad uso studenti universitari. Dunque, l’informazione prima di tutto. Ricordate poi che il contratto deve essere regolarmente registrato. Solo così avrà valore legale e permetterà di tutelarsi in qualsiasi caso. Infine, per sentirsi più sicuri si può ricorrere ad apposite formule assicurative, che proteggono sia proprietario che inquilino.

Fonte immagine: http://soldi.nanopress.it/articolo/contratti-d-affitto-tutto-quello-che-c-e-da-sapere-se-stai-cambiando-casa/60801/

Tags:

Sorry, Comments are closed.