Nonostante le accise che qui in Italia fanno lievitare il prezzo del carburante da diversi anni ma soprattutto in un periodo di grande crisi e nervosismo dei mercati, arriva una buona notizia per tutti gli automobilisti che potranno così decidere di spostarsi con la propria auto spendendo un po’ di meno e rifornendo un po’ di più.

In queste ultime settimane abbiamo assistito ad un sensibile calo del prezzo di benzina e gasolio causato dalla diminuzione del prezzo del greggio che attualmente si attesta intorno ai 70-77 dollari a barile. Questo ha portato ad un abbassamento dei prezzi di circa 2,3 euro cent per ogni litro di benzina e circa 2,8 euro cent per ogni litro di gasolio. Un risparmio che si è trasformato in un rifornimento più consistente per molti e che, fortunatamente, non sembra ancora destinato ad arrestarsi.

La Figisc Confcommercio prevede infatti un’ulteriore discesa dei prezzi per questi caldi giorni estivi stimabile intorno ad 1 euro cent di media tra i due carburanti che vanno per la maggiore, benzina e diesel.

A questo trend al ribasso si stanno giustamente adeguando tutte le compagnie petrolifere che coprono il nostro Paese. Dopo i maxi sconti di Eni presso le stazioni di rifornimento Iperself, ora è anche il turno di Esso e Q8 che hanno attivato interessanti sconti sul carburante ma su pochi impianti, di Shell e TotalErg che fanno rispettivamente segnare un – 1,5 e – 1,4 centesimi di euro al litro ed infine di Tamoil che va giù addirittura di 2 centesimi di euro al litro per benzina e gasolio.

Qui in Italia la media nazionale dei prezzi si attesta su 1,816 euro al litro per la benzina, 1,705 euro al litro per il gasolio e 0,80 euro al litro per il Gpl. Tali prezzi variano però significativamente da Regione a Regione con l’Emilia Romagna in testa per il carburante più economico e la Campania con l’infelice primo posto di Regione col carburante più caro d’Italia.

Foto: umbria24.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.