Chiedere Rimborso Enel per Danni dovuti a Sbalzi di Corrente

e1 Chiedere Rimborso Enel per Danni dovuti a Sbalzi di Corrente

Quante volte vi è capitato di lasciare il telefono in carica, la tv accesa con tanto di decoder e di dvd, il condizionatore accesso, il pc e quanto altro ancora e poi, con un piccolo ma dannoso sbalzo di corrente appurare che molti dei sopracitati elettrodomestici sono andati. E allora che fare? Naturalmente vi toccherà richiedere il rimborso all’unico responsabile: l’Enel.

Già, è un nostro diritto quello di chiedere che si faccia fronte a dei danni dovuti all’incompetenza dei loro tecnici e a quant’altro, poiché nel caso opposto e cioè nel momento in cui siamo noi a ritardare di pagare le bollette, l’ente non esita a tagliarci la fornitura elettrica.

A darvi ragione è la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 11193/2007 nella quale viene chiaramente espresso che poiché l’attività svolta dall’Enel, finalizzata alla produzione e alla fornitura di energia elettrica, è da considerare una  attività pericolosa, trova applicazione la presunzione di responsabilità prevista dalla legge (ex art. 2050 cod. civ)

Quindi dopo aver chiamato un tecnico presso la vostra abitazione e aver stabilito che si tratta realmente di danni causati dagli sbalzi di corrente, farete meglio a farvi rilasciare una perizia tecnica dove si evince la natura e la quantità dei danni e la relativa quantificazione dopo di ciò potrete fare la richiesta di rimborso spese e eventuali danni da inviare all’Enel, presso il compartimento contenzioso. Una sezione a riguardo si trova anche sul sito internet dell’ente. Inoltre, per farvi risarcire tenete sempre da parte la fattura o lo scontrino dell’oggetto danneggiato.
Fonte Immagine: mentecritica.net

Articolo scritto da Marzia27 | Categoria: Energia.