Per risparmio energetico si intende la riduzione dei consumi necessari per le nostre esigenze. Questo importante e necessario risultato si può ottenere sia attraverso un cambiamento nelle nostre abitudini e stili di vita sia per mezzo di un perferzionamento dell’efficienza enegetica tramite il miglioramento delle tecnologie.

Il primo modo per mezzo del quale possiamo riuscire a risparmiare energia é quello che ci vede protagonisti e responsabili in prima persona: ridurre gli sprechi, infatti, è semplice e non costa molta fatica o grosse rinunce; buone abitudini come quelle di spegnere le luci quando non ci occorrono o evitare di lasciare gli elettrodomestici in stand-by durante il mancato utilizzo sono un ottimo modo per evitare che le bollette lievitino a fine mese.

La seconda modalità con cui possiamo garantire una maggiore economia in termini di energia é quella che passa non solo attraverso la ricerca e l’impiego di fonti di energia rinnovabili (sole e vento ad esempio), che vanno potenziate e perfezionate, ma transita anche per la cosiddetta biorchitettura. Quest’ultima rappresenta una sempre più diffusa tendenza nell’ambito dell’edilizia, che punta al recupero di struttura già esistenti, piuttosto che mirare alla cementificazione selvaggia, ed  inoltre persegue l’obiettivo di costruire abitazioni che possano permettere, con piccoli e ingegnosi accorgimenti, di favorire un risparmio energetico, così come avviene anche per quanto riguarda il riscaldamento.

Con un referendum alle porte, é importante riflettere su questi temi e sulla possibilità che abbiamo noi tutti di fare la differenza con le nostre scelte, realizzando un beneficio per le nostre tasche e per l’ambiente in cui viviamo. 

Fonte Immagine: www.radiotermoli.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.