incentivi fotovoltaico

Considerati gli enormi pericoli, i costi e le difficoltà che l’energia nucleare comporta, appare doveroso volgere lo sguardo a quelle fonti di energia cosiddette pulite o alternative.

Tra queste primeggia il fotovoltaico, che vede, a partire dal 1 giugno l’avvio di un nuovo sistema di incentivi con il Quarto Conto Energia .

Il Decreto Ministeriale del 5 maggio con cui é stato approvato il sistema di incentivi potrà essere applicato a quegli impianti fotovoltaici che sono entrati in esercizio dopo il 31 maggio 2011 e fino al 31 dicembre 2016 per un obiettivo indicativo di potenza installata a livello nazionale di 23.000 MW, che corrisponde ad un costo approssimativo cumulato annuo di incentivi il quale può essere stimato tra i 6 e i 7 miliardi.

Chi può accedere a questi incentivi? Il decreto include persone fisiche e giuridiche, soggetti pubblici e condomini per impianti fotovoltaici di almeno 1 KWh conformi alle norme tecniche previste, nuovi, collegati alle reti elettriche o a piccole reti isolate.

Una particolare attenzione viene riservata alle installazioni che prevedono la rimozione di amianto, a cui viene corrisposto un premio di 5 € cent per ogni kWh; un premio del 10 %, invece, é previsto per chi installa pannelli fotovoltaici prodotti in Europa o in Italia.

Ma cosa prevede esattamente il Quarto Conto Energia?

Per i grandi impianti che entrano in esercizio entro il 31 agosto 2011 é destinato l’accesso diretto alle tariffe incentivanti, a seguito della comunicazione al GSE di entrata in esercizio; mentre i grandi impianti che iniziano l’attività dopo tale data e fino a tutto il 2012, per accedere alle tariffe incentivanti, devono iscriversi nell’apposito registro informatico in una posizione tale da rientrare nei limiti di costo stabiliti per ciascun periodo.

Fonte Immagine: http://www.ecoo.it/articolo/incentivi-fotovoltaico-come-ottenerli-velocemente-dal-gse/7793/

Tags:

Sorry, Comments are closed.