Il riscaldamento in casa, soprattutto nei mesi più rigidi dell’anno, rappresenta una delle spese più consistenti per una famiglia.

E’ possibile però risparmiare razionalizzando i consumi attraversi attraverso piccole accortezze che consentano soprattutto di evitare la dispersione del calore.

Vediamo come attraverso alcuni semplici consigli a costo zero:

  • non coprire i caloriferi con tende, mobili o rivestimenti;
  • non far disperdere il calore attraverso i vetri delle finestre;
  • sfiatare i caloriferi all’inizio della stagione fredda, per far uscire l’eventuale aria depositata all’interno;
  • curare la manutenzione e la pulizia regolare della caldaia, per ridurre gli sprechi nel consumo di gas durante la stagione fredda;
  • spegnere la caldaia nelle ore notturne e in caso di prolungata assenza dall’abitazione, regolando gli appositi timer;
  • regolare la temperatura sui 19 gradi, poichè ogni grado in più corrisponde ad una maggiorazione della spesa del 6-10 %

Altri consigli applicabili per una razionalizzazione dei metodi di riscaldamento hanno, invece, un costo, seppure contenuto:

  • inserire pannelli isolanti o termoriflettenti dietro ai termosifoni disposti sulle pareti, in modo da convogliare il calore verso la parte centrale della stanza;
  • isolare le pareti rivolte verso l’esterno con pannellli isolanti;
  • mettere doppi infissi alle finestre;
  • applicare un film trasparente termoisolante, scelta più economica del doppio infisso ma solo provvisoria;
  • applicare valvole termostatiche ai caloriferi, per regolare l’erogazione del calore;
  • isolare il cassonetto degli avvolgibili, per scongiurare il raffreddamento dell’ambiente interno durante la stagione fredda;
  • isolare porte e serramenti, per eliminare ogni spiffero;
  • scegliere una caldaia più efficiente.

Esistono inoltre metodi più onerosi che però possono assicurare un notevole risparmio a lungo termine sul riscaldamento autonomo di casa; tra questi in particolare:

  • installazione di pannelli e collettori solari;
  • installazione di una caldaia a condensazione.

Tags:

Comments
  1. Patrizio Russolillo

    Mi sembra utile e interessante segnalare le proprietà del dispositivo Me.Si., apparato innovativo per il risparmio sul riscaldamento; questo dispositivo si interfaccia con la caldaia attraverso gli stessi contatti elettrici di un comune termostato; alla base del brevetto vi è un fenomeno di fisica, l’istèresi termica, che contempla la capacità di un corpo di accumulare calore e di rilasciarlo all’ambiente; il risultato del suo funzionamento apparentemente semplice è straordinario; il calore si propaga uniforme nell’ambiente come conseguenza di accensioni ridotte rispetto a un impianto tradizionale; proprio così….. se desideriamo mantenere attivo il nostro impianto per 24 ore Me.Si. accenderà la nostra caldaia per 5 / 6 ore con risparmi invidiabili….. fino a più del 50%!! No opere murarie, massima semplicità di istallazione e utilizzo, riduzione (eliminazione) dei fenomeni di condensazione e umidità dovuti a sbalzi di temperatura. Finalmente Me.Si. un ottimo moderatore per le nostre tasche quando si parla di spesa per il riscaldamento e un grande ottimizzatore per il rendimento di un impianto.

Sorry, Comments are closed.