Ultimamente purtroppo stiamo dando veramente tante notizie non piacevoli ai nostri lettori. Tuttavia il nostro compito è quello di essere sempre al passo con l’informazione e di offrire novità sempre fresche, sebbene non sempre gradite. Introduciamo in questo modo una nuova stangata che arriverà a Luglio, con un caro energia che non sembra volersi arrestare.

La notizia è arrivata negli scorsi giorni, dal centro studi Nomisma Energia, che ha comunicato che nel mese di luglio arriveranno nuovi adeguamenti ai prezzi di luce e gas. Chi ha ancora qualche speranza in un mio errore aspetti ad esultare, perchè ovviamente stiamo parlando di un adeguamente dei prezzi verso l’alto. Per lo meno in questo caso non stiamo parlando di aumenti clamorosi, visto che il gas vedrà un aumento del 2%, mentre l’elettricità costerà circa l’1,5% in più. La società ha comunicato che questi aumenti  sono dovuti all’aumento delle materie prime, che finirà per toccare anche il portafoglio degli italiani. Nel caso in cui questi rincari vengano confermati, si tratterebbe del terzo aumento consecutivo per le bollette energetiche dall’inizio dell’anno.

Nonostante le decisioni dell’Authority non siano ancora arrivate, in Nomisma sono assolutamente  certi che gli aumenti arriveranno. Tuttavia forse c’è anche un dato positivo, una piccola speranza per un futuro forse viziato da qualche risparmio in più. E’ il presidente di Nomisma Energia, Davide Tarabelli, ad aprire un piccolo spiraglio.

Il numero uno della società ha infatti pronosticato che, visto il probabile calo di quotazione del petrolio, in autunno ci sarà una folata benigna di riduzioni sui prezzi, sia sul gas che sull’elettricità. Buone notizie arrivano dal petrolio già ora, visto che il calo si sta materializzando pian piano, facendo scendere il prezzo internazionale della benzina, pertanto alla pompa avremo delle riduzioni nei prossimi giorni dai 5 ai 10centesimi. Insomma, si dovrà ancora una volta tirare la cinghia ma dopo una notte buia, l’alba delle riduzioni sta forse per sorgere.

Foto: cosafaccio.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.