Se siete dotati di una caldaia e la utilizzate per avviare il riscaldamento domestico fate attenzione ad alcune regole importanti per mantenerla in buono stato e risparmiare sul riscaldamento. Innanzi tutto fatela valutare annualmente da un tecnico per la manutenzione. Una caldaia con qualche problemuccio consuma più gasolio.

In secondo luogo fate sempre effettuare un controllo dei fumi e dei tubi di conduzione, perché eventuali perdite o un cattivo isolamento dei tubi aumenta il consumo di gas con conseguente dispersione di esso. Inoltre, è consigliabile non arieggiare la casa nelle ore più fresche e troppo a lungo per evitare la dispersione inutile di calore. Chiudete bene le finestre, possibilmente istallate dei vetri doppi per un maggiore isolamento termico e abbassate le tapparelle nelle ore notturne per una maggiore protezione della casa dal freddo. Controllate che le finestre non presentino degli spifferi d’aria.

Ricordatevi di spurgare l’aria dai radiatori, per evitare che essa si depositi nei termosifoni e ne impedisca un buon riscaldamento. Non alzate eccessivamente la temperatura del termostato, l’ideale sarebbe quello di porlo sui diciotto – diciannove gradi di giorno e sedici gradi di notte, per evitare di far lavorare troppo la caldaia. Un ottimo accorgimento è, anche, quello di impostare il timer della caldaia per farla accendere solo quando effettivamente necessitiamo del sul funzionamento. Chiudete i termosifoni delle stanze che non utilizzate e di conseguenza anche le loro porte, per riscaldare soltanto gli ambienti che ci interessano. Infine, traiamo esempio da alcune nazione come la Germania, nella quale si è soliti isolare bene le pareti con una doppia parete e camera d’aria al centro. In questo modo si risparmierà più della metà del consumo abituale.

Fonte Immagine – Vivincasa.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.