Se siete dei coltivatori, coloni e mezzadri avrete diritto a richiedere l’assegno familiare erogato dall’Inps a partire dal 1° ottobre utilizzando, però, il canale telematico dell’Istituto di Previdenza Nazionale. Così quest’ultimo ha chiarito con la circolare n. 121 risalente al 16 settembre 2011.

Se non si ha a disposizione un collegamento internet è possibile, altresì, accedere al beneficio mediante l’ausilio dei patronati e del Contact Center. Per accedere via Internet ai servizi INPS online è necessario registrarsi al sito e ottenere l’autenticazione mediante l’apposito codice PIN che verrà fornito.

Grazie alla pratica online sarà possibile visualizzare tutte le richieste già inoltrate o pronte da inoltrare all’INPS e ristampare sia il dettaglio delle domande già protocollate ed inviate che la ricevuta di invio della domanda per gli assegni familiari.

Inoltre, sarà possibile verificare lo stato di avanzamento della propria domanda e sapere a che punto è la pratica, se in attesa documentazione, se è stata accolta o se essa è stata soltanto accolta parzialmente o addirittura sarà possibile sapere se è stata respinta.

Gli assegni familiari, intesi come dei benefici erogati dall’INPS a sostegno delle famiglie che hanno un reddito inferiore ai limiti stabiliti dalla legge, spettano a tutti coloro che rientrano nella categoria di       coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti, titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).

Inoltre, il reddito del richiedente non deve superare gli Euro 1.032,91. Alla famiglia del beneficiario spetta un assegno per ogni familiare vivente a carico, cioè per tutti coloro che vivono all’interno della famiglia e siano privi di reddito o che abbiano un reddito che non superiori un determinato importo mensile stabilito dalla legge.

Fonte Immagine:impresalavoro.eu

Tags:

Sorry, Comments are closed.