Il mercato può vivere dei periodi di buona stabilità o, al contrario, di estrema volatilità e gli investitori chiedono spesso come si devono comportare nel caso di incertezza diffusa, in relazione alle banche così come ai mercati. La volatilità, a detta degli esperti, misura l’evoluzione del prezzo di un titolo giornalmente. Da questa considerazione deriva il dato di fatto che chi compie investimenti a lungo termine non ne è influenzato. La volatilità può però generare delle oscillazioni molto veloci, quindi può diventare una opportunità da sfruttare piuttosto che da temere. Per che motivo?

Gli analisti e gli esperti in investimento sono concordi nell’affermare che anche in situazioni di volatilità si possono gettare le basi per compiere buoni investimenti, perché la volatilità permette di capire quali sono le idee e le società che hanno forti radici e che potrebbero risultare depresse per ragioni slegate all’oscillazione dei mercati, perché nella realtà sono solide e forti, abili nel resistere alla volatilità del mercato. Questi titoli e questa aziende possono quindi diventare investimenti utili e premiare chi ha la capacità di individuarli sul lungo termine.

Come si deve comportare quindi un investitore in fase di volatilità di mercato? La ricerca di titoli stabili è una delle occasioni che questa condizione di mercato riserva agli investitori, alla quale fa seguito la richiesta di tenere sotto controllo la condizione sociale, politica ed economica degli stati che giocano un ruolo importante ai fini della volatilità. I risparmiatori devono, in altri termini, essere costantemente aggiornati sulle vicende degli Stati Uniti alla viglia delle elezioni e della Grecia che non ha ancora dimostrato di affrontare il debito, conoscere le ragioni delle oscillazioni del petrolio e fiutare dove tira l’aria del Brexit. Solo vantando una conoscenza completa della situazione geopolitica internazionale si possono legare le informazioni in possesso e quindi prendere le decisioni corrette per gli investimenti in tempo di volatilità.

Come deve valutare chi investe nelle società e quindi nelle opportunità di acquisto? Secondo gli esperti, la regola principale è affidarsi alla qualità, quindi scegliere società in grado di assicurare alti livelli di cash flow lungo il loro ciclo e buoni rendimenti. Il portafoglio chiede di essere protetto con società che vantano bilanci forti, ovvero in gradi di resistere alle debolezze del momento. Il rovescio della medaglia è che questa scelta viene valutata dagli investitori e quindi si rivela essere molto costosa.

Il consiglio per investire con profitto durante la volatilità di mercato è quindi di studiare con cura la condizione sociale e politica dei singoli stati che creano la situazione di incertezza, quindi cercare di diversificare il portafoglio acquistando un po’ di titoli sicuri, anche se costosi, perché determinano una base bona e cospicua di investimento. Il resto può essere diviso fra aziende che operano nelle energie rinnovabili e che dimostrano di essere orientate al futuro, senza dimenticare però di operare anche nelle fossili, almeno per il momento. Questo è il consiglio degli analisti e degli esperti in investimenti, che possono essere seguiti per affrontare il mercato volatile con intelligenza e minimizzando i rischi in attesa che la volatilità lasci spazio ad un periodo di stabilità economica internazionale.

Tags:

Sorry, Comments are closed.