indexL’idea di mettersi in proprio è, nonostante la crisi o forse proprio a causa di essa, uno dei desideri più sentiti dalla maggior parte dei giovani che si affacciano in questi anni al mondo del lavoro o di tutti coloro che, stanchi di anni ed anni come lavoratore dipendente non sempre gratificato per il suo buon operato, hanno deciso di affrontare una nuova sfida che li vede innanzitutto imprenditori di se stessi. Tra i diversi settori nei quali è possibile investire per mettersi in proprio, uno dei più interessanti in questi ultimi anni riguarda l’allevamento di polli.

Lungi dall’essere una strada percorribile seguendo un unico percorso, vediamo quindi come ottenere un finanziamento ed iniziare la propria nuova attività imprenditoriale. Partiamo da un’informazione fondamentale: per l’allevamento di polli è ancora possibile richiedere finanziamenti a fondo perduto in conto capitale, ovverosia senza dover restituire parte della cifra totale concessa al nuovo imprenditore. Riuscire a scovare simili finanziamenti può davvero essere la chiave di volta per aprire la propria attività praticamente quasi a costo zero, così da avere il tempo ed il modo di iniziare il lavoro e guadagnare.

Per i finanziamenti a fondo perduto, il consiglio è quello di rivolgersi a Invitalia, l’agenzia che nel nostro Paese si occupa di investimenti per lo sviluppo d’impresa. Chi volesse potrà, invece, rivolgersi alla più vicina associazione di categoria, già calata nella particolare realtà imprenditoriale che intendete portare avanti. In questo senso potrebbe essere utile la consultazione di due siti Web come politicheagricole.it e confagricoltura.it. Chi decidesse, invece, di provare la strada del finanziamento tradizionale, dovrà necessariamente sapere che l’accesso al credito per l’allevamento dei polli non è molto semplice.

In molti casi, infatti, questi settori sono sottocapitalizzati ed ottenere un prestito per avviare l’attività può essere molto difficile. Prima di richiedere un finanziamento tradizionale, quindi, affidatevi al consulto dei Consorzi di garanzia fidi di categoria. Forse in questo modo sarà possibile ottenere maggiori risposte e qualche risultato. Ma se le finanze iniziali sono poche e la strada dei finanziamenti sembra troppo in salita, un’utile idea per partire con l’allevamento dei polli senza investire cifre eccessive può essere il franchising. Molte le aziende e le associazioni che possono essere d’aiuto in questo caso, a partire da Il Pollaio del Re fino alla Fiav, la Federazione Italiana che tiene insieme tutte le associazioni avicole.

Foto: brownsea.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.