Chi fino ad ora ha pensato ai diamanti solo come simbolo dell’amore eterno verso la propria donna dovrà ricredersi. I diamanti possono essere, oltre che un regalo assolutamente meraviglioso, un investimento interessante per i vostri risparmi. Non tutti sanno infatti che oggi investire in diamanti è, al pari di altri investimenti come quelli dell’oro, nei prodotti finanziari e nei mercati esteri, una modalità riconosciuta ed abbastanza remunerativa per far crescere i propri risparmi al riparo dai tanti problemi economici legati all’imprevedibilità dei mercati, all’inflazione sempre in agguato e all’incertezza dei rendimenti finali.

Ma perché investire in diamanti dovrebbe mettere al riparo da tutti i problemi oggi legati all’economia? Molto semplice. I diamanti non sono soggetti ad inflazione e svalutazione nel tempo, sono un capitale anonimo non tassabile ed il loro incremento annuo è costante. Si pensi che nel giro di due anni, tra il 2007 ed il 2009, il rendimento medio dei diamanti arrivò a due cifre.

I diamanti, poi, oltre a non essere tassabili come anticipato poc’anzi, non sono sottoposti ad influenze politiche e valutarie ed è possibile utilizzarli come metodo di pagamento accettato nelle Banche di tutto il mondo. Ovviamente le pietre preziose che presenterete presso un istituto bancario per riceverne liquidità dovranno rispondere a specifici criteri e sarà possibile conoscerne giorno per giorno le quotazioni attraverso giornali di finanza come Il Sole 24 Ore.

Quando si acquista un diamante è però necessario, data l’importanza dell’investimento e la delicatezza dell’operazione, rivolgersi ad esperti del settore dall’esperienza comprovata e certificata ai quali potersi affidare senza riserve. È di fondamentale importanza, infatti, che il diamante che vi accingete ad acquistare possegga una particolare certificazione che ne attesti l’acquisto legale e che si impegni ad affermare che il diamante è stato prelevato da fonti non coinvolte in guerre e conflitti di natura internazionale rispettando tutte le risoluzioni delle Nazioni Unite.

Esistono poi tutta una serie di ulteriori certificazioni che un diamante può possedere. Tra queste l’H.R.D., ovverosia Hoge Raad voor Diamant, certificato che gode di ottima reputazione ed istituito nel 1973 come ente riconosciuto ed affilitato all’Università di Anversa. Altro certificato altrettanto valido è G.I.A., Gemmological Institute of America, un istituto di ricerca gemmologica fondato addirittura nel 1931 che gode della massima autorevolezza negli Stati Uniti.

Foto: vocearancio.ingdirect.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.