Chi pensa che i campionati europei di calcio siano solo un evento sportivo potrebbe sbagliarsi, perché la tanto attesa kermesse può rivelare dei risvolti strettamente legati all’economia e al mondo della finanza.

Il campionato europeo di calcio si disputerà in Francia dal 10 giugno al 10 luglio del 2016 e si tratta di un evento di portata europea, che interessa 24 squadre nazionali anziché 16 come è avvenuto nelle scorse stagioni. L’vento è quindi finito dritto sul banco degli analisti, che hanno cercato di anticipare le mosse dei mercati finanziari stimando che gli spettatori interessati dall’evento saranno di base 2.5 milioni.

La spesa prevista per la kermesse si aggira attorno al miliardo da parte degli stessi spettatori e altrettanti ricavi sono previsti dai diritti tv che derivano dalle trasmissioni delle partite. Si tratta quindi di un evento molto importante e che oltre alla spesa prevista chiede di aggiungere 400 milioni di euro derivanti dalle sponsorizzazioni e circa 500 milioni di euro di ricavi derivanti dall’ospitalità e dal settore dei viaggi, nonché dalla vendita dei biglietti per i match.

Alla luce di questi felici ricavi, gli analisti hanno quindi selezionato dieci titoli finanziari che molto probabilmente saranno interessati da aumenti nelle quotazioni nei periodi di pre gara e durante svolgimento dei campionati europei di calcio. Si tratta di titoli sui quali puntare? Molto probabilmente sì, ma come accade in ogni investimento che si rispetti, è importante valutare molti altri fattori e variabili, al fine di compiere scelte attente e lungimiranti.

In ogni caso, la carrellata dei titoli di interesse si apre con TF1, ovvero il canale televisivo più gettonato in Francia, perché detentore dei diritti di trasmissione degli europei di calcio. Restando in tema tv, anche il canale M6 si propone come un titolo in forte ascesa, perché è trasmetterà 11 partite di coppa. Il canale è inoltre valutato nel mercato sia come una pay tv che in chiaro ed è stato recentemente finanziato da un dividendo cospicuo del 5.6% che si propone in crescita per il prossimo anno.

Veniamo quindi agli sponsor, con la birra Carlsberg che è l’ufficiale dei campionati europei di Francia 2016. Il titolo copre attualmente il 76% dei ricavi in Europa nel mercato della birra e potrebbe beneficiare in termini interessanti della visibilità offerta dalla sponsorizzazione. Restando in tema, spazio anche ad un altro colosso della birra, Heineken, che tecnicamente ha una cedola bassa, ferma al 1.6% e un target price che è stato finora fissato a 90 euro per azione.

Veniamo quindi ai trasporti, perché gli analisti consigliano di tenere sotto occhio le compagnie aree e le società turistiche. In particolare, l’attenzione può concentrarsi su AirFrance, visto che la meta delle gare è proprio la Francia ed Europcar, società di noleggio può entrare a fare parte delle società che potrebbero beneficiare in termini importanti degli Europei di Calcio 2016. Si tratta di una società con target price del titolo a 12,50 euro per azione e che vanta uno dividend yield del 3,2%.

Gli analisti hanno quindi consigliato di tenere sotto occhio la società Kering, che possiede il marchio sportivo Puma, il quale è forte di una crescita prevista nel corso del 2016, ma anche l’azienda di ristorazione Elior e Vinci, realtà che detiene il 58% per fatturato francese per quanto riguarda settore costruzioni. Grazie alla richiesta di ultrastrutture per i campionati europei, la società potrebbe infatti vivere un momento di ottima salute e dimostrarlo nei mercati finanziari. Infine gli analisti hanno consigliato di tenere d’occhio il marchio Accor, operante nell’accoglienza, perché il titolo potrebbe crescere in vista dell’arrivo di tanti tifosi da ogni parte del mondo, pronti a sbarcare in Francia per supportare la loro squadra del cuore. 

Tags:

Sorry, Comments are closed.