Molte guida al trading online asseriscono chiaramente che il trading è un modo per diventare ricchi, magari in modo veloce. Ma è davvero così? Il trading online è un modo per fare soldi facili come troppe volte si dice? La risposta è che no, il trading non è un modo per fare soldi facili ma non è nemmeno una truffa come purtroppo si dice su alcuni forum.

Chiunque affermi una di queste opinioni completamente sbagliate ha un interesse personale preciso da difendere. Pensiamo a coloro che dicono che il trading è un modo per fare soldi facili: semplicemente, stanno provando a truffare dei malcapitati che, credendoci, investiranno con piattaforma assolutamente sbagliate o pericolose, perdendo tutto.

Ricordiamo per inciso che è sempre opportuno puntare alle migliori piattaforme di trading online, autorizzata e regolamentate. Per chi fosse interessato, ecco una classifica delle migliori piattaforme di trading online autorizzate. Scegliendo piattaforme autorizzate e regolamentate si ha sempre garanzia assoluta di correttezza, sicurezza, onestà e affidabilità.

Ci sono piattaforme che truffano, questo è vero
. Ma da qui a dire che tutto il trading online sia una grande truffa generalizzata ce ne vuole. Ricordiamo, ancora una volta, la questione della scelta della piattaforma. Chi sceglie una piattaforma sicura e autorizzata non ha da temere truffe.

Ma come mai ci sono persone che amano scrivere sui forum che il trading online sia solo una grande truffa legalizzata? Ci sono vari tipi di persone. C’è il perdente cronico che vuole consolarsi delle sue continue sconfitte nella vita pensando che non sia colpa sua. Se ha perso soldi con il trading non è perché ha scelto una piattaforma non autorizzata o perché si è messo ad operare completamente a caso, come se fosse una scommessa. No, la colpa è del trading che è una truffa.

Certo questi casi umani sono quelli più pietosi ma non i più gravi, visto che si riconoscono subito
. I casi più gravi sono costituiti dai veri e propri truffatori che non dicono che il trading in generale è una truffa, ma parlano di determinate tipologie di trading.

Loro sì che sono truffatori, con la truffa nel DNA. Come mai si scagliano contro queste tipologie di trading? Tipicamente questi personaggi hanno guadagnato un sacco di soldi vendendo corsi di trading online nel corso degli anni. Con la nascita delle nuove tipologie di trading online, molto più semplici da gestire, si sono trovati spaesati perché hanno perso clienti.

Ricordiamo infatti che le piattaforme di trading di nuova generazione non richiedono affatto grandi competenze. Tenuto conto che questi personaggi erano in grado di spillare anche 1.000 euro a corso al singolo trader, si capisce subito tutta la loro rabbia e frustrazione che li porta a scrivere sui forum o sulle loro pagine Facebook (che per fortuna stanno diventando sempre meno frequentate) che questa o quella tipologia di trading online sia una truffa.

Attenzione: con il trading si possono perdere soldi per vari motivi. Ad esempio, se si sceglie in maniera sbagliata la piattaforma da utilizzare per fare trading online. E in questo caso, non si può fare assolutamente nulla. Poi si possono perdere soldi perché si prevede in modo sbagliato l’andamento del mercato. In questo caso qualcosa si può fare, è ovvio, gestire il rischio. Che cosa significa gestire il rischio?

Quando si apre un conto di trading su una piattaforma, si effettua un deposito. Questo è il capitale iniziale da utilizzare per operare sui mercati. Questo deposito iniziale parte da 10 euro su alcune piattaforme e arriva a massimo 250. I veri trader effettuano un deposito una volta sola nella vita e gestiscono poi il loro capitale. Come fanno? Semplicemente stanno molto attenti a quello che fanno e soprattutto suddividono il capitale iniziale in tanti piccoli capitali minori che poi utilizzeranno sulle singole operazioni.

E’ vero che ognuna di queste operazioni può andare male, ma è molto probabile che non andranno male contemporaneamente, garantendo quindi un profitto. E’ ovvio che con il trading non di diventi milionario (non tutti sono Warren Buffett) ma con un minimo di intelligenza, tempo, impegno e qualche semplice trucco si può raggiungere sicuramente un buon risultato finale.

Sorry, Comments are closed.