forex brokerInvestire soldi nel forex non è difficile come si crede. Spesso si pensa, infatti, che il forex sia un mercato complesso dove solo i migliori possono veramente guadagnare soldi. Non è così: il forex non è difficile e può essere alla portata di tutti. Pensare che il forex sia complesso è sbagliato, allo stesso modo di pensare che il forex sia invece facile. In effetti il forex è un mercato dove tutti possono guadagnare ma bisogna conoscere alcuni principi di base e soprattutto bisogna utilizzare forex broker che funzionano.

Investire nel forex con il forex broker sbagliato significa, letteralmente, perdere soldi. Prima di continuare, è opportuno dare un’occhiata a ForexItalia24 che contiene una lista dei migliori broker italiani. Scegliere un broker da questa lista garantisce al 100% affidabilità, sicurezza, onestà e qualità.

Ma come possiamo valutare la qualità di un broker per forex? Chi si trova a investire nel forex per la prima volta potrebbe veramente chiedersi come si fa a decidere se un broker è adatto o meno. La prima verifica da fare su un broker è davvero molto semplice: bisogna capire se il broker è autorizzato o meno. Un broker può essere autorizzato dalla CONSOB o da qualunque altra autorità con sede all’interno dell’Unione Europea. Il processo è regolato dalla direttiva MIFID che richiede la massima trasparenza e la massima protezione per il denaro degli investitori. La stessa direttiva MIFID prevede anche che un broker che sia autorizzato in un Paese dell’Unione Europea sia automatica autorizzato anche in tutti gli altri Paesi.

Ma è suffuciente verificare che un broker sia autorizzato per iniziare a investire con quel broker? No, assolutamente. La CONSOB (o altra autorità MIFID) certificano onestà e affidabilità ma non la convenienza. E qui, letteralmente, casca l’asino. Perché il trader inesperto rischia di cadere vittima di broker che applicano commissioni sull’eseguito o altra forma di costi fissi. Chi paga commissioni per fare trading sul forex o su qualunque altro mercato è un asino (con tutto il rispetto per gli asini, ci mancherebbe). I migliori forex broker, quelli che suggeriamo di utilizzare per investire nel mercato forex, non applicano commissioni ma spread, cioè piccole differenze tra il prezzo a cui è possibile comprare e il prezzo a cui è possibile vendere. Non ci vuole molto a capire che è molto più conveniente fare trading con un broker che applica un piccolo spread piuttosto che con un broker che applica salate commissioni. Purtropo molti trader principianti non sanno nemmeno che possono fare trading senza commissioni e cadono vittima di questi broker con commissioni, spesso legati ad una banca italiana.

Non possiamo essere d’accordo con quanti, a proposito delle commissioni, parlano di truffa legalizzata. In fondo non è una truffa, molti di questi broker, anzi, fanno pubblicità dicendo di avere commissioni sull’eseguito basse. Per questo non è una truffa: questi broker lo dicono esplicitamente che applicano commissioni, se poi un investitore inesperto accetta di pagare commissioni (magari perché non sa che i migliori broker sono gratis e con commissioni 0) allora è un suo problema.

Non è solo però un discorso di commissioni, bisogna valutare anche il bonus. Ci sono broker che offrono anche 7.000 euro di bonus omaggio mentre altri non hanno alcun tipo di bonus o hanno bonus decisamente inferiori. Ecco, colui che vuole investire nel mercato forex deve stare attento a calcolare il bonus che riceverà. Non deve però farsi attrarre da un bonus alto che funziona come specchietto per le allodole: mai iscriversi ad un broker non autorizzato CONSOB che offre un bonus elevato. Lo stesso si può dire per un broker con commissioni: mai cadere nelle trappola, qualunque sia il bonus offerto!

Tags:

Sorry, Comments are closed.