Greek government announced state's tv closure as of Tuesday nightAmate il mondo della televisione e vi piacerebbe investire in questo settore così da dare forma a tutte le vostre idee? Dovete sapere che aprire una piccola emittente televisiva non è un sogno impossibile da realizzare, basta avere da parte un budget economico su cui contare, le competenze giuste per questo tipo di progetto e qualche sponsor disponibile a sostenervi. Quanto alle modalità con cui agire, le possibilità sono due. La prima consiste nel creare una stazione satellitare, la seconda nell’aprirne una via web. Ma vediamo nel dettaglio come agire.

La stazione satellitare rappresenta la possibilità migliore per coloro che hanno una disponibilità economica maggiore. In tal caso, la prima cosa da fare sarà rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per aprire una partita Iva per la nuova attività. Bisognerà quindi sviluppare un piano d’azione ben preciso, che tenga conto di parecchi aspetti. E’ perciò necessario avere delle competenze specifiche in questo settore o farsi aiutare da chi è più esperto.

Si dovrà decidere la sede per la propria tv, il tipo di contenuti e di programmazione mandare in onda, il personale da assumere. E si dovranno cercare degli sponsor pronti a darvi il loro sostegno. Ma se la votra base economica di partenza non è così consistente, l’alternativa è quella di creare una vostra stazione via web. In questo caso i costi verranno notevolmente ridotti, visto che avrete bisogno soltanto di un computer e di una webcam.

Considerate che potrete sia trasmettere i vostri contenuti in tempo reale che registrarli e mandarli in onda soltanto in un secondo momento. Accedendo e registrandosi a Ustream è ad esempio possibile fare quanto appena detto. Ma anche Youtube Live permette di aprire una emittente tv praticamente a costo zero, consentendovi di trasmettere anche con il vostro smarthpone. Preparatevi però ad un’agguerrita concorrenza…

Fonte immagine: http://italian.ruvr.ru/2013_06_17/In-Grecia-inizia-a-lavorare-la-nuova-emittente-tv/

Tags:

Sorry, Comments are closed.