vita-da-stragista-contratto-300x240In questo periodo di forte crisi occupazionale, spesso le uniche possibilità offerte ai lavoratori più giovani sono rappresentate dai contratti a progetto. Si tratta di contratti che vedono il lavoratore impegnato per un periodo di tempo determinato, di solito piuttosto breve. Una volta terminato questo periodo, il lavoratore si ritrova nuovamente privo di occupazione. Oggi questo tipo di contratti è molto frequente.

Non vedendo offerte maggiormente valide i lavoratori che accettano contratti a progetto sono numerosissimi. Può comunque capitare che, magari per una proposta più allettante, o per qualsiasi altro motivo, ci si trovi a presentare una lettera di dimissioni. Ma come ci si può licenziare in questi casi? Per prima cosa, ciascun lavoratore deve prestare la massima attenzione al proprio contratto, in quanto esso riporta tutte le condizioni da rispettare. In teoria, trattandosi di contratti a progetto, non dovrebbero essere necessari dei giorni di preavviso per licenziamento.

Tuttavia, per evitare malintesi ed equivoci, è bene studiare il contratto in ogni sua minima parte. In ogni caso, l’ideale sarebbe parlare con il datore di lavoro concordando direttamente con lui i tempi per presentare le dimissioni. Nel caso in cui non fosse possibile arrivare ad un accordo, potreste rivolgervi ad un sindacato, che contratto alla mano saprà sicuramente esservi d’aiuto. Quanto alle modalità con cui presentare le proprie dimissioni, dovrete scrivere una lettera il cui oggetto sarà per l’appunto dimissioni volontarie.

Inserite il mittente ed il destinatario. La lettera deve essere chiaramente una lettera formale in cui comunicate la volontà di recidere il contratto di lavoro per motivi personali. Se richiesto nel contratto, dovete riportare anche i giorni che si danno di preavviso. Se non consegnata a mano, a far fede sarà il timbro postale con la data della spedizione. Conservate la ricevuta di ritorno e, nel caso di consegna a mano, fate controfirmare la fotocopia delle dimissioni. 

Fonte immagine: http://www.jobitalia.net/riforma-mercato-del-lavoro/riforma-fornero-contratto-a-progetto/

Tags:

Sorry, Comments are closed.