Stai pensando al lavoro che potresti fare “da grande”? Allora tieni conto dell’ultima indagine effettuata dall’ Unioncamere e dal Ministero del Lavoro, che dopo aver intervistato 100 mila imprese, ha rilevato una realtà occupazionale particolarmente sbilanciata.

Di fatti sembra che sul mercato del lavoro esistano troppe unità – lavoro   specializzate nelle materie umanistiche, a scapito dell’attuale tendenza di mercato che tende a privilegiare nettamente i profili scientifici e quelli tecnici.

In particolar modo il mercato sembra in deficit di figure professionali quali meccanici, falegnami, idraulici, saldatori, pasticceri e tecnici ed operai specializzati in genere.

I lavori manuali sono stati abbandonati dalle generazioni precedenti che hanno prediletto il campo degli studi “intellettuali” preferendo di rimanere disoccupati e malpagati.

Di contro, i mestieri manuali e tecnici permettono di trovare rapidamente una occupazione ad un prezzo davvero interessante. Per intenderci i mestieri delle officine meccaniche, permettono ad un operaio specializzato con cinque scatti di anzianità di guadagnare 1.900 euro lordi al mese. Niente male anche per gli idraulici e posatori di tubazioni idrauliche e di gas che percepiscono uno stipendio di 1.600 euro lordi al mese.

I 1.625 euro lordi al mese sono il compenso di chi decide di montare gli apparecchi termici, seguiti dagli istallatori di infissi che arrivano ad un compenso di 1.500 euro lordi mensili.

Se decidi di imparare una lingua straniera e di diventare un saldatore potrai contare su uno stipendio di 2.000 euro al mese. E così anchei i pasticceri, i panettieri, i falegnami, i sarti e le professioni limitrofe potranno garantirti uno stipendio di circa 1600 -1700- euro al mese.

Fonte Immagine: pathwaystowork.eu

Sorry, Comments are closed.