dipendenti-pubbliciDipendenti pubblici in pensione obbligatoria con 20 anni di contribuiti. È questa l’estrema sintesi dell’ultima nota del dipartimento di Funzione Pubblica numero 15888 del 2013 che sta destando già parecchie polemiche. In un controsenso oltremisura, infatti, mentre moltissimi dipendenti di aziende private attendono con ansia ed ormai agognano la loro pensione, quelli della Pubblica Amministrazione saranno costretti a lasciare il posto di lavoro anche se solo con un minimo contributivo di 20 anni.

Sparita infatti la pensione di anzianità per questa categoria con la riforma Fornero, oggi i dipendenti pubblici sono costretti ad andare in pensione se hanno raggiunto l’età anagrafica di 66 anni. Basterà per loro un minimo contributivo di 20 anni, anche se i contributi sono stati versati nel tempo a gestioni previdenziali differenti.

E così un dipendente pubblico che abbia compiuto i 66 anni d’età raggiungendo almeno 20 anni di contributi, ma che ne ha spezzoni all’Inpdap (ente per i dipendenti pubblici, ora in ogni caso confluito all’Inps) e all’Inps per altri anni precedentemente lavorati magari come dipendente privato in altra azienda, dovrà in ogni caso lasciare il lavoro poiché le contribuzioni, sommate, garantiscono in ogni caso il limite minimo contributivo di 20 anni.

In questo caso il lavoratore dipendente pubblico ha il dovere di andare in pensione al compimento dei 65 anni di età se i requisiti minimi sono stati raggiunti entro il 31 Dicembre 2011. Diversamente, il dipendente della Pubblica Amministrazione dovrà andare in pensione col limite d’età post riforma, ovverosia 66 anni compiuti.

E per chi non avesse, entro questo limite d’età, raggiunto i requisiti minimi contribuitivi previsti? In questo caso si dovrà verificare entro quale termine il lavoratore riesce a raggiungerli. Se entro i 70 anni, lo stesso sarà mantenuto a lavoro fino al compimento di tale età. Se i 20 anni di contributi previsti fossero raggiunti dopo i 70 anni, il dipendente pubblico dovrà in ogni caso essere licenziato a 65 anni.

Foto: gadlerner.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.