Consigli utili per i lavoratori precari, stagisti, inoccupati e cassa integrati per arrotondare il proprio stipendio e realizzare interessi e passioni guadagnandoci anche un extra. Innanzitutto il secondo lavoro può essere un incentivo a coltivare i tuoi interessi e a crearne di nuovi.

Se sei un architetto, ingegnere o disegnatore tecnico, o semplicemente hai conoscenze informatiche/ tecniche puoi lavorare in settori affini come la grafica, l’editoria on line e la realizzazione di siti web o blog. Il lavoro del grafico, senza pensare alle grandi campagne multimediali, è vario e interessante: biglietti da visita per amici, locandine per eventi o pub, ripetizioni o aiuto tesi per studenti, il tutto fatturabile con la propria partiva iva o con ritenuta d’acconto.

Come web editor o web writer puoi guadagnare con i banner pubblicitari o con il Paid to click (pagamento a click su inserzione): il lavoro è duro e serio (inutile il copia in colla o contenuti tradotti da siti stranieri) ma retribuito ad articolo o pacchetti di articoli. Inoltre puoi lavorare come curatore di bozze, in agenzie di comunicazione o case editrici come free lance, con orari flessibili e pagamenti predefiniti.

Se il tuo primo lavoro ti occupa molte energie intellettuali e passi già davanti al pc tantissimo tempo, ripiega su altre occupazioni. Per esempio il lavoro part time in un negozio di abbigliamento ti fa arrotondare lo stipendio e ti permette di avere un forte sconto sui capi acquistati.

Altra soluzione intelligente è approfittare dei lavori stagionali, villaggi turistici o navi da crociera, per guadagnare d’estate. Lavori molti richiesti sono il cuoco, camerieri, addetti alle pulizie e animatori turistici, chiamati per un flusso maggiore di clienti nei periodi festivi ed estivi.

L’apertura dello shop on line ti permette di lavorare a casa, intraprendendo un’attività imprenditoriale con un minimo investimento iniziale: i settori del giardinaggio, dell’artigianato, pittura e del clothes swap sono i più richiesti. Lavori occasionali e ben retribuiti sono baby sitter per liberi professionisti e dog sitter (specie se il tuo vicino deve partire e non può portare il suo animale domestico!).

Se questi introiti mensili dovrebbero rivelarsi troppo esigui rispetto al lavoro, dedizione e tempo dedicato, potete decidere di lasciarli senza nessun investimento iniziale. Potreste, invece, decidere di continuare nel caso sposassero una vostra passione ed interesse, altrimenti poco coltivati.

Ricordando sempre che il lavoro, primo o secondo che sia, non è solo un mezzo per raggiungere un fine (soldi e prestigio sociale) ma per soddisfare un bisogno dell’uomo (beni materiali e valori positivi).

Sorry, Comments are closed.