autocertificazione-stato-di-famiglia_324x268Come è noto, viene chiamato stato di famiglia un documento che certifica quanti e quali sono i membri di una famiglia che condividono lo stesso immobile e dunque hanno la medesima residenza. Di norma lo stato di famiglia comprende genitori e figli, ma chiaramente vi possono essere inclusi anche nonni, zie ed altri familiari, purché essi vivano sotto lo stesso tetto.

Quando però uno dei membri di questo nucleo familiare decide di allontanarsi per spostarsi in un altro immobile, allora egli dovrà cambiare il suo stato di famiglia. Per cambiare stato di famiglia è necessario recarsi presso l’ufficio anagrafe del comune in cui si risiede. I figli prima o poi vanno via dalla casa dove hanno abitato insieme ai loro genitori. E’ in questo caso che hanno l’obbligo di certificare al comune il cambiamento della loro situazione personale.

Nello specifico sono due i tipi di stato di famiglia esistenti. C’è infatti un primo tipo, lo stato di famiglia semplice, il quale si può richiedere in qualunque momento all’ufficio competente. Esso certifica la situazione familiare al momento della richiesta la situazione familiare. C’è poi un secondo tipo di stato di famiglia, quello storico che invece certifica quali erano i componenti che in un preciso momento storico erano parte dello stesso nucleo familiare.

In genere quando ci si sposa si esce dallo stato di famiglia dei genitori, firmando semplicemente dei documenti attestanti la creazione di un nuovo nucleo familiare. Se però non è per via di un matrimonio che si esce dallo stato di famiglia, allora si dovrà dichiarare al comune il nuovo domicilio. Al comune si dovrà firmare la dichiarazione di una nuova residenza. Di seguito questa nuova residenza verrà confermata dall’ufficio tributi. E’ importante che al comune si vada muniti del proprio documento d’identità e della nuova residenza.

Fonte immagine: http://www.guide360.it/autocertificazione-stato-di-famiglia.html

Tags:

Sorry, Comments are closed.