casellario

Quando si parla di certificato giudiziale si intende un documento ufficiale che riporta tutti i provvedimenti amministrativi e giudiziari relativi ad un soggetto o a più soggetti. La tipicità di questo certificato è che può essere di tre tipi, abbiamo quello generale, quello penale e quello civile.

Il casellario giudiziale generale è quello più completo, come dice stesso la parola, perché include tutti gli atti penali e civili che il soggetto ha subito in sede amministrativa e non. Tale documento viene richiesto, per esempio, quando occorre fare la richiesta di affido di minori o quando si risponde ad una gara pubblica promossa da qualche PA (pubblica amministrazione) o ancora per un permesso di soggiorno e così via.

Il casellario penale è un resoconto di tutte le condanne e i provvedimenti a cui  il soggetto è stato sottoposto nel campo penale, riportando tutte le condanne definitive. Il casellario civile è il documento che evidenzia tutti i provvedimenti avvenuti nel campo civile come fallimenti, la perdita della cittadinanza, la stessa capacità dell’individuo e quindi interdizione, inabilitazione e quant’altro.

Questi documenti una volta richiesti hanno una durata di 6 mesi, infatti molto spesso nelle gare pubbliche va sempre presentato il  certificato più recente e soprattutto va sostituito alla scadenza. Il soggetto interessato può richiederlo direttamente presso gli sportelli abilitati della Procura della Repubblica posti all’interno del Tribunale. Non è necessario recarsi nel luogo di residenza o di nascita, basta qualsiasi tribunale. Per la richiesta è necessario presentarsi con un documento di identità, non scaduto, con apposita fotografia di riconoscimento come per esempio la carta di identità, il passaporto o il libretto della pensione.

Nel caso in cui il soggetto interessato non può richiederlo direttamente, allora può effettuare la richiesta un delegato munito di: proprio documento di identità, domanda di richiesta e copia leggibile del documento d’identità del richiedente.

Naturalmente questi certificati hanno un costo dovuto alla marca da bollo che vi apporranno e quindi per quello generale e civile occorre: una marca da bollo da € 14,62 e una di € 7,08 per i diritti di cancelleria in caso di richieste urgenti, con ritiro in giornata, invece una da € 3,54 se il ritiro avviene dopo 3 giorni lavorativi. Per quello penale occorre solo una delle due marche da bollo per la tipologia del ritiro, se in giornata o se dopo tre giorni.

Tags:

Sorry, Comments are closed.