furto-identitaCon l’avvento dell’era digitale siamo costantemente on line anche quando, in realtà, abbiamo ormai lasciato computer e smartphone da un pezzo. Il motivo? I dati sensibili che continuamente vengono immessi nel Web da milioni di utenti per accedere ad aree private e compiere le più diverse azioni come consultare il proprio estratto conto, visualizzare la casella di posta elettronica o semplicemente utilizzare i propri social network preferiti.

Username, password e codici segreti molto importanti viaggiano quindi costantemente in Rete esponendo gli utenti, soprattutto quelli meno esperti, al rischio di avere a che fare con hacker molto furbi e veloci che in men che non si dica possono impossessarsi di credenziali fondamentali e rubare denaro. Per difendersi da questo rischio è opportuno mettere in atto tutta una serie di comportamenti preventivi semplici ma efficaci che possono realmente aumentare la sicurezza di chi naviga in rete ed evitare uno spiacevole furto d’identità le cui conseguenze, com’è noto, potrebbero essere molto gravi. Innanzitutto è necessario proteggere il proprio pc o smartphone con antivirus da aggiornare costantemente per aumentare il livello di guardia e la protezione da virus e malware sempre nuovi.

Altra accortezza molto importante è quella di cambiare spesso le password che si utilizzano per i servizi più importanti via Web, prediligendo codici molto lunghi con alternanza di lettere e numeri. Per i servizi bancari tramite Internet, è possibile innalzare il livello di protezione modificando le impostazioni del proprio account richiedendo che un sms vi informi immediatamente di qualsiasi eventuale accesso via Web. Quando si ha necessità di navigare su siti importanti come quello della propria Banca per consultare l’estratto conto on line o effettuare pagamenti, è inoltre fondamentale proteggersi navigando con https, il cosiddetto protocollo di sicurezza. Attenzione poi a non cliccare mai su banner di siti sconosciuti e poco attendibili.

Stesso dicasi per i link delle ormai diffusissime mail di phishing che chiedono di inserire i propri dati personali, numero di conto e password. Ricordate che nessuna Banca potrà mai chiedervi il pin di accesso ai servizi on line o allo sportello Bancomat. E se il furto d’identità è già avvenuto? In questo caso la tempestività può fare la differenza. Modificate tutte le password di accesso, bloccate immediatamente la carta e/o il conto vittima di furto e chiamate l’apposito numero della vostra Banca per informare di quanto avvenuto. Sarà poi necessario sporgere regolare denuncia alle Forze dell’Ordine.

Foto: avolablog.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.