imagesGli immigrati nel nostro Paese sono tantissimi, ed il loro obiettivo comune è quello di acquisire la cittadinanza italiana. Ottenere la cittadinanza italiana vuol dire integrarsi appieno, vedendosi riconosciuti tutti i diritti politici e civili. Come già saprete, la cittadinanza italiana viene concessa ai discendenti degli emigrati italiani e in via automatica per nascita, mediante adozione o riconoscimento, anche se da un solo genitore italiano.

La cittadinanza italiana la si può anche acquisire, vediamo dunque in che modo. Può innanzitutto chidere la cittadinanza italiana chi ha avuto per dieci anni la residenza in Italia, senza avere dei precedenti penali e con un lavoro regolare. Un modo ancor più semplice e sicuramente immediato mediante cui ottenere la nostra cittadinanza è poi dato dal matrimonio. In tal caso basta prendere in moglie o in marito un cittadino italiano.

Il presupposto essenziale è però l’aver avuto la residenza nel nostro Paese per almeno due anni prima delle nozze e, chiaramente, non avere precedenti penali. Mentre prima del 2009 in questo caso erano sufficienti sei mesi di residenza legale in Italia, con un nuovo decreto si è innalzato questo limite a due anni.  Inoltre, si può presentare la domanda per avere la cittadinanza italiana se si è nati in territorio italiano o dell’ex impero austro-ungarico. 

In ogni caso la domanda può essere presentata o al Prefetto della provincia di residenza della persona richiedente, o all’Autorità Consolare italiana all’estero. Essa va indirizzata al Ministro dell’Interno. Per la richiesta bisogna munirsi di un’ampia e dettagliata certificazione, a cui aggiungere il versamento di un contributo pari a 200 €. In ultimo vi ricordiamo che chi è figlio di cittadino straniero con cittadinanza italiana non può ottenere subito la cittadinanza, nonostante sia nato nel nostro Paese. Per inoltrare la sua richiesta dovrà aspettare il compimento dei diciotto anni d’età. 

Fonte immagine: http://comefare.com/come-ottenere-la-cittadinanza-italiana-concessione-per-residenza/

Tags:

Sorry, Comments are closed.