imagesLa perdita di una persona, oltre a rappresentare un evento drammatico per i suoi cari, pone loro di fronte ad una serie di incombenze e questioni burocratiche. Se la persona deceduta era proprietaria di beni immobili, i suoi eredisono tenuti a redigere una dichiarazione di successione, da consegnare entro un anno dal momento della morte. La prima cosa da dire è che la dichiarazione di successione non deve essere presentata se è destinata al coniuge o ai parenti del defunto, non supera i 25.823 euro e non include beni immobili.

Fatta questa importante premessa, veniamo ora alle modalità attraverso cui redigere una dichiarazione di successione. Innanzitutto occorre fornirsi del Modello 4, ovvero il modello base di dichiarazione del ministero. Tale modello si potrà richiedere agli sportelli dell’agenzia delle entrate. Nel caso in cui non si abbia tempo per ritirarlo di persona si potrà velocemente scaricare on-line dal sito dell’agenzia delle entrate.

La semplice dichiarazione non è però sufficiente, in quanto dovrà essere accompagnata da una serie di documenti. In allegato bisognerà presentare: le visure catastali, il certificato di morte, lo stato di famiglia, l’eventuale dichiarazione sostitutiva per la richiesta di agevolazione prima casa, il  certificato di destinazione urbanistica per i terreni, il prospetto della liquidazione delle imposte, la ricevuta di pagamento delle imposte. Se invece si intende rinunciare all’eredità occorrerà presentare una copia autentica del verbale, la copia originale o autenticata del testamento.

Per quanto riguarda l’imposta di successione, il pagamento di questa tassa non è più previsto per la prima casa, per la quale rimangono però l’imposta ipotecaria e quella catastale. Quanto invece i beni mobili, gli  autoveicoli non vanno inseriti nella dichiarazione di successione, mentre devono essere inclusi i conti correnti bancari, i libretti di risparmio, i titoli e le azioni. Altri beni come ad esempio gioielli o opere d’arte di valore non necessitano della dichiarazione.

Fonte immagine: http://it.fotolia.com/id/33671146

Tags:

Sorry, Comments are closed.