image.axdPer essere assunti da qualsiasi nuovo datore di lavoro o per partecipare ad un concorso pubblico sarete tenuti a presentare un certificato penale. Si tratta di un documento che attesta se una persona ha la fedina penale pulita. Più o meno a tutti capiterà di doverne avere bisogno, pertanto vediamo in che modo è possibile richiedere un certificato penale.

Quello per ottenere un certificato penale è un procedimento piuttosto semplice. L’unica cosa che potrà darvi noia è che, come per il rilascio di tutti i documenti, ci vorrà un po’ di tempo. Dunque armatevi di una piccola dose di pazienza. Per prima cosa dovete recarvi presso il tribunale della vostra città e chiedere naturalmente qual è la sezione che si occupa del rilascio dei certificati penali. All’impiegato spiegherete quindi ciò di cui avete bisogno e consegnerete la vostra richiesta. Si tratta di una domanda in carta semplice, in cui inoltrare la vostra richiesta alla Procura della repubblica.

Dovrete poi allegare una marca da bollo. Tenete presente che se avete una certa fretta, per abbreviare i tempi e farvi consegnare il certificato lo stesso giorno della richiesta (o il lunedì successivo se la richiesta è fatta di venerdì), potete scegliere di pagare un importo maggiore rispetto a quello previsto. L’impiegato vi dirà in ogni caso quando ripassare agli uffici competenti per poter ritirare il certificato. Normalmente, senza contributo ulteriore, ci vorranno alcuni giorni perché esso sia pronto.

Ricordate che esiste anche la possibilità di inoltrare online la propria domanda per ottenere il certificato penale. Esso serve per documentare che una persona è totalmente pulita dal punto di vista giudiziario, pertanto, come già accennato, è indispensabile in parecchie situazioni. Di solito va allegato ad una più ampia documentazione sia per poter accedere a qualsiasi tipo di concorso indetto dallo Stato che per qualunque assunzione.

Fonye immagine:http://www.informarea.it/post/2013/06/25/Come-richiedere-documenti-presso-il-Casellario-giudiziale.aspx

Tags:

Sorry, Comments are closed.