imagesSono numerosi i cittadini che ogni giorno lamentano qualche disservizio di diverso tipo. Tra i tanti, può capitare di aver fatto richiesta per l’attivazione della linea telefonica, e di non aver però ricevuto nei tempi concordati il servizio richiesto. Chiaramente ogni disservizio è causa di un disagio per il cittadino. Ma un modo per far valere i propri diritti nel caso in cui la linea telefonica sia stata attivata in ritardo c’è, e questo modo è rappresentato dal rimborso.

Se la Telecom o un altro operatore vi ha garantito l’attivazione della linea telefonica ma i termini temporali non sono stati rispettati, avete diritto al rimborso. A stabilirlo è la normativa vigente, che prevede che l’attivazione di una linea telefonica si deve concludere entro dieci giorni dal momento in cui è stata fatta la richiesta. Pertanto, trascorsi questi dieci giorni si potrà agire per ottenere il rimborso. Esso sarà di un importo pari alla metà del canone che si deve pagare per ciascun giorno lavorativo di attesa.

Quando la linea sarà stata attivata, bisognerà contare i giorni di attesa, escludendo quelli festivi, ed inviare un fax al numero verde 803 308 187 se si tratta della compagnia Telecom. Nel caso si sia invece ricorsi ad un altro operatore telefonico, occorrerà cercare il  numero verde sul sito dello stesso operatore. Nel fax si dovrà riportare che il motivo per cui si vuole ottenere il rimborso è il ritardo dell’attivazione della linea telefonica. 

La compagnia telefonica, una volta esaminata la richiesta e verificata la sua fondatezza, procederà quindi con il rimborso. Quanto alle modalità con cui ottenerlo, esso sarà detratto direttamente dalla prima bolletta telefonica che si riceverà. L’ultima cosa che bisogna considerare è che si ha diritto a questo rimborso solo se il disservizio risulta essere imputabile direttamente all’operatore telefonico.

Fonte immagine: http://www.prontoitaly.it/assistenza-linee-telefoniche/

Tags:

Sorry, Comments are closed.