dscn0099E’ ben noto che gli stranieri che vogliono soggiornare nel nostro Paese per un periodo superiore ai tre mesi necessitano di un permesso di soggiorno. Ciò di cui ci occuperemo in questa breve guida, però, non è la procedura attraverso cui ottenere il permesso di soggiorno, bensì quella grazie a cui è possibile rinnovarlo. Si tende infatti più spesso a dare informazioni su come venire in possesso di questo documento, mentre si trascura che esso ha una validità limitata da un punto di vista temporale.

E’ bene sapere che la validità del permesso di soggiorno coincide con quella del visto d’ingresso e può essere di sei mesi, un anno e due anni. Quando si raggiunge il tempo stabilito è dunque necessario rinnovare il permesso di soggiorno. La procedura non è complicata, tuttavia richiede un po’ di pazienza. Innanzitutto è necessario munirsi dell’apposita modulistica, la quale può essere ritirata presso l’ufficio postale più vicino, ma anche presso il patronato o il comune.

Una volta in possesso dei moduli, essi andranno chiaramente completati, tutti rigorosamente scrivendo in stampatello e con la penna nera. E’ possibile anche scaricare la modulistica online. Presso i comuni, invece, viene assicurata l’assistenza gratuita alla compilazione, così da agevolare tutti coloro che possono incontrare qualche difficoltà o possono più semplicemente avere qualche dubbio. Consultando le tabelle della polizia di stato è poi possibile trovare la sigla da riferire alla tipologia del permesso di soggiorno da rinnovare.

Tra i dati che bisognerà indicare, oltre a quelli anagrafici, vi è il numero del permesso di soggiorno di cui si è già in possesso. Quando l’intera modulistica sarà stata compilata si dovranno allegare ad essa un documento di riconoscimento in corso di validità, quattro fototessere ed una marca da bollo. L’intera documentazione potrà così essere presentata ad uno degli uffici abilitati.

Fonte immagine: http://www.migrantitorino.it/?p=449

Tags:

Sorry, Comments are closed.