imagesDesiderate coronare il vostro sogno d’amore lontano dall’Italia? Le coppie di nostri connazionali che decidono di celebrare il loro matrimonio all’estero sono in costante aumento. C’è chi vuole sposarsi in paesi esotici, chi sogna di pronunciare il fatidico sì su lontane spiagge paradisiache, così come c’è chi opta per una capitale europea. In ogni caso, quando si decide di celebrare le nozze in un Paese diverso dal proprio, occorre munirsi di una serie di documenti e rispettare qualche procedura affinché il matrimonio abbia valore una volta tornati in patria. Vediamo insieme qual è l’iter da seguire.

E’ chiaro che un matrimonio all’estero necessiti di una particolare pianificazione. Per qualsiasi matrimonio all’estero, sia civile che religioso, è necessario considerare la legge del luogo in cui viene celebrata la cerimonia. Questo vuol dire che bisogna bene informarsi sugli usi e costumi del luogo che si sceglie.

E’ utile sapere che esistono delle convenzioni tra stati anche in materia di nozze. L’Italia ha aderito nel 1980 alla convenzione di Monaco insieme a Paesi come l’Austria, il Lussemburgo, l’Olanda, il Portogallo, la Spagna e la Svizzera. Grazie a questa convenzione, chi gode della cittadinanza italiana e vuole sposarsi in uno dei Paesi aderenti alla convenzione può richiedere il certificato di capacità matrimoniale all’ufficiale di stato civile.

Per conoscere le procedure in vigore in altri Paesi la soluzione migliore rimane comunque quella di rivolgersi alla propria ambasciata e chiedere tutte le dovute informazioni, così da essere sicuri di svolgere tutte le pratiche necessarie. E’ indispensabile anche l’aggiornamento o il rinnovo del passaporto. Attenzione poi al ritorno nel vostro Paese, visto che una volta rientrati, affinchè l’atto di matrimonio risulti valido anche in Italia, occorrerà depositare il certificato di validità e registrare il matrimonio. Quindi ricordate che non basta ritornare con l’anello al dito perchè il matrimonio sia riconosciuto legalmente anche qui.

Fonte immagine: donnamoderna.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.