Avete presente quelle lunghissime code in macchina, imbottigliati al casello autostradale in attesa del proprio turno per pagare il pedaggio? Dite la verità, in quei momenti avete guardato dal finestrino con invidia quegli automobilisti che grazie al telepass non hanno dovuto fare alcuna fila, ma sono passati via lisci e hanno proseguito senza sosta il loro viaggio.

Ed in effetti il telepass è una grande bella comodità per percorrere le nostre autostrade senza rimanere imbottigliati in code chilometriche. Questo evita un grande risparmio di tempo praticamente tutti i giorni per chi si reca a lavoro in automobile, ma ci preserva anche da una bella dose di stress, soprattutto quando ci sono i cosiddetti week-end da bollino nero.

Dunque se per tutte queste ragioni state pensando di acquistare un telepass, è lecito chiedersi a chi occorre rivolgersi e come esso va montato. Ma cerchiamo di risolvere un quesito per volta. Partiamo perciò da dove possiamo procurarci un telepass. Prima ancora di indicarvi ciò dobbiamo però informarvi che per poter entrare in possesso del telepass bisogna essere titolari di un conto corrente bancario o anche un conto corrente postale. Questo servirà per potere addebitare il pedaggio. Detto ciò, possiamo dirvi come venire in possesso di un telepass: esso si può acquistare sia presso uno dei tanti Punti Blu che semplicemernte online. La seconda opzione è pero valida solo nei seguenti casi: se si ha una carta di credito American Express, Agos o CartaSì oppure se si ha un conto presso la Banca della Toscana o il Monte dei Paschi di Siena.

Quanto invece al montaggio del telepass, bisogna tenere a mente pochi accorgimenti. Innanzitutto che deve essere collocato nella parte centrale e superiore del parabrezza, ovviamente sul suo apposito supporto. E poi ricordate che per l’apertura della sbarra si deve rispettare il limite di 30 chilometri orari.

Fonte immagine: motoblog.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.