La crisi c’è e per le famiglie si fa sentire tutta. Non importa che si tratti di tagliare le spese ritenute ormai superflue o quelle più importanti ma insostenibili. Quello che si nota è che la domanda di diversi beni e servizi è calata in maniera preoccupante.

Negli ultimi mesi, infatti, Confcommercio ha registrato sensibili ed allarmanti cali nei consumi. A patire di più il momento negativo dei mercati sono i mezzi di trasporto che hanno fatto registrare un – 13,4% dal quale pare siano esenti solo i trasporti aerei che, in controtendenza, hanno fatto rilevare un lieve ma quasi impercettibile aumento.

Cambia il modo di acquistare degli italiani che riescono sempre più a fare a meno di prodotti per l’alimentazione e per la casa acquistati forse con leggerezza fino allo scorso anno. Calano infatti  gli acquisti di prodotti alimentari, i pasti consumati fuori casa (giù dell’1%), i prodotti per la casa ( con un – 2,6%) e le forniture per gli alberghi, segnale del fatto che la fetta di popolazione che ogni anno decide di spostarsi in vacanza è sempre più esigua.

Come accade già da diverso tempo, però, a segnare costanti aumenti sono le spese legate alle comunicazioni che segnano un interessante + 2,3% da leggere con le dovute cautele.  Sebbene in questo settore generalizzato, infatti, non si legga una crisi così forte come quella che ha colpito altri ambiti, la crescita registrata ha cominciato ad essere via via più lenta scontrandosi con un trend, proprio degli ultimi mesi del 2011, che aveva fatto registrare invece un aumento del 10% su tali consumi.

Siamo quindi di fronte ad un calcolo preoccupante: a maggio 2012 i consumi generali degli italiani sarebbero calati dell 5,3% e le previsioni per i prossimi mesi non sembrano rincuoranti e ci propongono uno scenario a tinte fosche. Se l’impasse economica che stiamo affrontando dovesse, infatti, restare inalterata, la domanda potrebbe ulteriormente calare ed i consumi scendere così di almeno altri 3 punti percentuali.

Foto: vostrisoldi.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.