In tempi di costanti rincari della benzina e di necessità di riduzione dell’inquinamento, trovare soluzioni alternative alla mobilità tradizionale diventa un must.

Allora per chi non vuole rinunciare alla comodità di spostarsi in automobile, si può ricorrere a due possbilità:

– il car pooling: sta ad indicare l’impiego di una sola vettura, con più passeggeri a bordo, per percorrere uno stesso itinerario (possono farlo per esempio coloro che si muovono ogni mattina sulle stesse strade per raggiungere il posto di lavoro); i vantaggi sono evidenti sia in termini economici sia perché si permette una riduzione del numero di veicoli circolanti e quindi del traffico. Il car pooling é un servizio gratuito in cui chi ha posti liberi in auto li mette a disposizione di altri utenti che sono interessati a quell’itinerario. Un comodo modo di organizzarsi on lin é quello proposto attraverso il sito postoinauto.it;

– il car sharing: si tratta di un servizio di noleggio a breve termine, ideale per chi vuole utilizzare l’automobile solo quando é strettamente necessario, pagando solo le ore di utilizzo ed i chilometri effettivamente percorsi; il risparmio é tangibile dal momento in cui si eliminano non solo i costi di acquisto del mezzo ma soprattutto tutte le onerose spese di manutenzione e assicurazione del veicolo.  Anche in questo caso ci si può organizzare stando comodamente a casa, solo collegandosi al sito carsharingitalia.com

Soprattutto nelle grandi città queste semplici alternative possono costituire un ottimo escamotage per garantire una mobilità sostenibile a prezzi senza dubbio convenienti.

Con l’auto condivisa, pertanto, i portafogli e l’ambiente ringraziano.

Fonte Immagine: www.biogroup.wordpress.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.