Siamo abituati a sentir parlare di last minute, due semplici paroline che tradotte in italiano stanno a significare “ultimo minuto” e che indicano quei pacchetti viaggio acquistati per l’appunto poco prima della partenza. Se questa formula ha riscosso un notevole successo è senza dubbio per via del risparmio economico che comporta: rinunciando ad una prenotazione con largo anticipo si ottengono degli sconti davvero considerevoli.

Questa volta però non vi parliamo dei conosciutissimi pacchetti last minute, ma dei loro parenti più vicini, i cosiddetti last second. Questa formula è un po’ meno nota, ma sta prendendo piede ultimamente. A favorirne la diffusione sicuramente la crisi economica che ha colpito più o meno tutti gli italiani, ed il fatto che il last second è una soluzione che pienamente si addice a questo periodo storico. Esso è ancor più conveniente del last minute, salvaguardando così le tasche di tanti viaggiatori.

In pratica i last second sono in origine dei last minute: quando un last minute non ottiene il riscontro sperato da parte della clientela, i tour operator, proprio per scongiurare il rischio di una eventuale ma sospetta non vendita, decidono di applicare degli sconti ulteriori man mano che ci si avvicina alla data della partenza. Ecco che in questo modo, quello che alla base era un last minute finisce per diventare un last second. Esattamente come avviene per il last minute, anche per il last second rimane il web il posto migliore dove cercare l’offerta che fa al caso proprio ed effettuare la prenotazione.

Sono tantissimi i siti internet dedicati a questo tipo di pacchetti-viaggio, che solitamente comprendono oltre il volo anche il trasferimento ed il soggiorno. Naturalmente per approfittarne bisogna essere ben disposti a fare le valigie in pochissimo tempo, perché il last second prevede davvero un margine di programmazione della partenza molto basso (24-48 ore). Ma attenzione ad una serie di fattori, dalla penale per l’annullamento alle eventuali vaccinazioni pre-partenza: partire con poco preavviso non vuol dire trascurare questioni importanti.

Fonte immagine: comefaretutto.com

Tags:

Sorry, Comments are closed.