Parte in questi giorni la nuovissima promozione del cane a sei zampe più famoso. In tutti i week end estivi, infatti, sarà possibile risparmiare ben 20 cent al litro per rifornirsi di benzina o gasolio presso gli Iperself H24 di tutta Italia.

Un’offerta davvero impedibile che è stata presentata nei giorni scorsi dal gruppo Eni con lo slogan “Diamo un passaggio agli italiani”. Il titolo dell’iniziativa voleva quindi, sin dal principio, promettere agli italiani una sorta di passaggio lunga questa strada così accidentata che è il cammino per uscire dalla crisi che ci ha fortemente colpiti. Con queste parole Paolo Scaroni, amministratore delegato del gruppo petrolifero, ha voluto presentare la nuova offerta.

Gli impedibili sconti sul carburante di Eni partiranno alle 13 di ogni sabato estivo e resteranno validi fino alla mezzanotte della domenica. Non c’è ancora una data di chiusura precisa ma è probabile che l’iniziativa resterà valida fino al primo week end di settembre.

Il risparmio è davvero garantito e sarà per molti sprono a spostarsi per un week end di vacanza e relax lungo la penisola, altrimenti impensabile viste le ultime tassazioni cui siamo andati incontro, dall’Imu alla nuova accise sui carburanti di 2,42 cent per il sisma che ha colpito l’Emilia Romagna.

E si spera inoltre che gli altri gruppi petroliferi, guardando al ribasso del grande competitore, decidano di abbassare i loro prezzi provocando un benefico effetto di trascinamento che sicuramente consentirà a tutti gli automobilisti di respirare un po’.

C’è gia chi, però, ha voluto pessimisticamente fare i conti in tasca al colosso petrolifero Eni ricordandogli, qualora non ne fosse già al corrente, che l’iniziativa appena lanciata costerà al gruppo ben 180 milioni di euro di ammanchi. Una cifra più che prevista ma che non spaventa il famoso cane a sei zampe. Gran parte di questo ammanco potrà infatti essere ammortizzato dalla corsa al rifornimento di centinaia e centinaia di automobilisti che vorranno senz’altro accaparrarsi questo carburante così economico.

Foto: protezionecivile.regione.umbria.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.