auto Renault

È ormai una consuetudine acquistare un’automobile nuova o usata a rate e in Italia sono ormai il 60% delle famiglie a decidere per l’acquisto di una nuova vettura senza dover spendere molto denaro in un’unica formula.

Il finanziamento auto è quindi prassi ordinaria di tutte le concessionarie e case automobilistiche ma molte sono le tipologie cui si può andare incontro quando si scegliere di fare un acquisto a quattro ruote: anticipo zero, tasso fisso, maxi anticipo con rate davvero molto basse ed il tasso zero.

Focalizziamoci su quest’ultima tipologia. Cos’è davvero il tasso zero? Nel finanziare l’acquisto di un auto la concessionaria si rivolge ad un istituto bancario con il quale esistono degli accordi e si valuta la possibilità di concedere al compratore un dilazionamento del pagamento con durata delle rate variabile in base al prezzo complessivo dell’auto ed alle esigenze dell’acquirente.

L’interesse calcolato sulle rate da pagare si compone di spese di istruttoria, TAN (Tasso Annuo Netto), TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) ed eventuali polizze assicurative.

Nei cosiddetti finanziamenti a tasso zero, quindi, la cosa più ovvia da pensare è che gli interessi composti da TAN e TAEG non esistano e che quindi si paghi l’automobile dilazionando unicamente l’importo complessivo dell’auto (ad esempio un’ auto che costa tremila euro sarà pagata in dieci mesi a soli 300 euro al mese). In realtà, purtroppo, le cose non vanno esattamente così. Il tasso zero, infatti, si riferisce all’abbattimento del TAN mentre il TAEG risulterà molto elevato (può sfiorare o superare i 3 punti percentuali) come anche le spese iniziali di apertura del finanziamento ed eventuali polizze a copertura del finanziamento stesso.

Trattandosi quindi di una forma di finanziamento che sembra allettante solo all’inizio ma che può nascondere in un secondo momento delle insidie non da poco, sarebbe bene che il compratore avesse la possibilità di visionare un prospetto dell’ammontare mensile che andrebbe a pagare scegliendo il tasso zero e che lo confronti con rate di durata uguale derivanti, però, dalla scelta di una diversa tipologia di finanziamento.

In molti casi, infatti, facendo il confronto, ci si può rendere conto di come altre finanziarie possano addirittura portare un notevole risparmio. Ad ogni modo, l’ultimo consiglio per chi decidesse di acquistare un’auto finanziandola con tasso zero è il seguente ovverosia finanziare l’intero importo così da far incidere il meno possibile il TAEG sulla somma totale.

Foto: flickr.com/photos/bibendum84/5575256908/

Tags:

Sorry, Comments are closed.