1915006-multaPuò capitare di beccarsi una multa proprio in un periodo in cui le proprie finanze non sono particolarmente floride. Cosa fare in questi casi? Non molti sono al corrente del fatto che esiste la possibilità di pagare una multa a rate. Quella della rateazione è una possibilità che di norma viene concessa alle fasce di popolazione economicamente più svantaggiate. Ma cerchiamo di saperne di più sull’argomento, capendo come si può usufruire di tale possibilità.

Innanzitutto, bisogna considerare che la legge prevede la rateazione solamente per quelle multe il cui importo non è inferiore ai duecento euro. Dunque, per tutte quelle di entità più modesta non è possibile pagare a rate. Ma non è questo l’unico requisito necessario. Come abbiamo accennato, la legge non offre questa agevolazione a tutti i cittadini, ma solamente a coloro che sono più deboli dal punto di vista economico, e che quindi avrebbero una certa difficoltà in un pagamento immediato. Nello specifico, la rateazione è accordata a coloro che hanno un reddito che non supera i 10.628,16 euro.

Ma attenzione, perché anche quando sussitono questi primi due requisiti, se la multa è stata contestata o davanti al prefetto o davanti al giudice di pace, allora non è possibile chiedere di pagarla a rate. Per effettuare invece la richiesta della rateazione dovete ricordare che avrete di tempo trenta giorni dalla notifica della multa.

Dal momento in cui avrete inoltrato la vostra richiesta, questa sarà nelle mani del prefetto, se ad emettere la multa è stata la polizia di stato, il sindaco o il presidente della giunta regionale, nel caso in cui ad emettere la multa è stata invece la polizia locale. L’organo che avrà ricevuto la vostra richiesta dovrà quindi valutare la vostra proposta, e potrà quindi accoglierla o rifiutarla. La decisione dovrà essere presa in novanta giorni. Se la richiesta non verrà accolta, sarete tenuti al pagamento della multa.

Fonte immagine: http://www.ilrestodelcarlino.it/ravenna/cronaca/2013/08/21/937338-multe-sconto-30-per-cento-5-giorni.shtml

Tags:

Sorry, Comments are closed.