Ed ecco lo spiacevole effetto che la manovra finanziaria varata questa estate ha determinato: un aumento dei prezzi in tutti i settori! Già, perché visto l’aumentare dell’aliquota Iva dal 20 al 21% si è caricato di qualche centesimo anche il bene che un consumatore va ad acquistare, tra questi si è verificato un aumento di ben 20 centesimi su ogni singolo pacchetto di sigarette.

La notizia ha generato rabbia ed indignazione da parte dei fumatori, che non pensano minimamente di diminuire le sigarette fumate in una giornata per fare un pochino di economia, ma se la prendono unicamente con la manovra finanziaria che ha previsto l’innalzamento di un punto percentuale della tanto odiata in Italia tassa sul valore aggiunto.

In realtà un aumento sulle sigarette si era già verificato qualche mese fa quando le “bionde” sono aumentate di 10 centesimi, e l’ulteriore aumento, in così breve tempo  ha rappresentato la goccia che ha fatto traboccare il vaso: ogni pacchetto viene a costare oggi ben 30 centesimi in più.

Unica consolazione al fine di risparmiare diventa quella di smettere di fumare o di acquistare le sigarette in alcuni Paesi come la Serbia, Bosnia o la Croazia dove costano di meno. Ovviamente non è possibile prenderne troppe, è consentita al massimo una “stecca” per ciascun componente  del viaggio. In Italia costano di meno anche a San Marino o in un qualsiasi aeroporto che, essendo zona franca e quindi esente da tassazione, vi permette di non pagare le tasse che ci sono sulle sigarette.

Oppure potete fare le sigarette in casa, con cartine, filtri, tabacco e una semplice macchinetta per rullarle. Per se fate i conti e calcolate che un pacchetto da venti sigarette costa dai 4 ai 5 euro a seconda della marca, acquistando una confezione di tabacco da 40 grammi, costo 6 euro circa, due pacchi di cartine, costo 1 euro circa, un pacco di filtri da 100 pezzi, costo 1 euro circa, riuscirete a confezionare dalle 70 alle 80 sigarette con molto meno.

Fonte Immagine: energierinnovabili10.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.