La legge italiana prevede alcune agevolazioni per le fasce di popolazione in difficoltà. Una di queste agevolazioni è l’esenzione dal ticket, che riguarda sia l’acquisto di medicinali che le visite mediche specialistiche ed esami a pagamento. Ma vediamo chi ha diritto a questa facilitazione  e com’è possibile richiederla.

Sono due le caratteristiche essenziali previste dalla normativa italiana per poter usufruire dell’esenzione dal ticket: l’età ed il reddito. Per quanto riguarda il primo requisito, possono avvantaggiarsi dell’esenzione dal ticket i bambini con un’età inferiore ai sei anni e i cittadini con un’età superiore ai 65 anni. La seconda condizione necessaria è il reddito. Possono usufruire di questa importante agevolazione tutti i cittadini disoccupati e coloro che hanno un reddito basso. Quindi ne hanno diritto coloro che percepiscono una pensione minima o una pensione sociale.

Se si è in possesso di tutti i requisiti richiesti dalla legge, il primo passo da compiere per ottenere l’esenzione dal ticket è quello di recarsi alla ASL locale, dove si dovrà richiedere il modulo apposito. Una volta in possesso del modulo, occorrerà compilarlo in ogni sua parte, inserendo i propri dati anagrafici e indicando la motivazione per cui l’esenzione viene richiesta. Quando il modulo sarà stato compilato dovrà poi essere consegnato, in modo tale che verrà timbrato. A questo punto l’operatore predisposto a questo incarico controllerà che tutto sia stato eseguito nel verso giusto. Se tutto è a norma, allora si potrà procedere e l’operatore passerà a consegnarvi un documento.

Il documento che verrà rilasciato è per l’appunto quello che attesta che godete dell’agevolazione. Naturalmente, perché il certificato venga rilasciato sarà necessario esibire il proprio documento d’identità. Quando finalmente sarà in possesso del certificato di esenzione dal ticket, l’interessato potrà presentarlo tutte le volte che ne avrà bisogno, sia nel caso si dovrà sottoporre ad una visita medica che nel caso in cui dovrà comperare dei medicinali.

Fonte immagine: altarimini.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.